BIOS: A cosa serve e come funziona

Il BIOS è la base del sistema di input-output, ed è la prima cosa che si vede quando avviamo un computer. Si tratta di uno degli usi più comuni della memoria Flash di base del computer, comunemente noto con il nome di “BIOS“. Lo si può trovare praticamente su tutti i computer e assicura che tutti i componenti hardware, i dispositivi di archiviazione e le porte funzionino.

BIOS - Che cosa è e a cosa serve

Asus BIOS

Qualsiasi computer desktop o portatile contiene un microprocessore come unità centrale di elaborazione e un sistema operativo che fornisce una serie di servizi per le applicazioni in esecuzione sul computer e fornisce anche l’interfaccia utente. Le applicazioni invece, sono software programmati per eseguire delle specifiche attività.

Il BIOS è quindi il terzo tipo di software di cui il computer ha bisogno per funzionare correttamente. In questo articolo vedremo tutto sul BIOS: che cos’è, cosa fa, come funziona, come configurarlo e come aggiornarlo se necessario.

A cosa serve il BIOS

Il BIOS ha diversi ruoli, ma il suo ruolo più importante è quello di caricare il sistema operativo. Quando si accende il computer, il microprocessore tenta di eseguire la sua prima istruzione. Deve ottenere tale istruzione da qualche parte. Non può ottenerla dal sistema operativo perché il sistema operativo si trova su un dispositivo di archiviazione tipo un hard disk o un SSD e il microprocessore non può accedervi senza alcune istruzioni che gli spiegano come farlo.

Queste istruzioni, vengono fornite dal BIOS insieme ad altre attività. Tra queste, abbiamo un autotest per tutti i diversi componenti hardware del sistema per assicurarsi che tutto funzioni correttamente. Si occupa dell’attivazione di altri chip su diverse schede installate nel computer. Fornisce inoltre una serie di routine di basso livello che il sistema operativo utilizza per interfacciarsi con diversi dispositivi hardware.

Queste routine gestiscono le periferiche, lo schermo e le porte, specialmente quando il computer si sta avviando. Raccoglie anche le informazioni sulle impostazioni per l’avvio dei dispositivi di archiviazione e molte altre informazioni. Il software BIOS interfaccia tutti i principali componenti hardware del tuo computer con il sistema operativo.

Di solito, le informazioni vengono memorizzate su un chip di memoria Flash sulla scheda madre, ma a volte il chip può essere altro tipo di ROM.

Operazioni del BIOS

All’accensione del computer, il BIOS esegue diverse operazioni. Tra le più comuni, queste operazioni possono essere di solito:

  • Verificare l’installazione CMOS per le impostazioni personalizzate
  • Carica i gestori di interrupt e i driver di dispositivo
  • Inizializza i registri e la gestione dell’alimentazione
  • Esegue un autotest all’accensione
  • Visualizza le impostazioni di sistema
  • Determina quali dispositivi sono avviabili
  • Inizia la sequenza bootstrap

La prima cosa che fa il BIOS è controllare le informazioni memorizzate in una piccola quantità di memoria che di solito sono di 64 byte di memoria RAM che è situata su un chip CMOS. Il programma di installazione CMOS fornisce informazioni dettagliate sul sistema che possono essere modificate se si apportano modifiche al sistema. I driver dei dispositivi sono altri software che identificano i componenti hardware di base come periferiche e dispositivi di archiviazione dati.

Avvio del computer

Quando si accende il computer, la prima cosa che si vede è il software del BIOS. Questo software visualizza testi che descrivono la quantità di memoria installata nel computer, il tipo di dispositivo di archiviazione e molte altre informazioni. Durante questa sequenza di avvio, il BIOS esegue una notevole quantità di operazioni per preparare il computer a funzionare correttamente. Dopo aver verificato l’installazione CMOS e aver caricato i gestori di interrupt, il BIOS determina se la scheda video è operativa.

La maggior parte delle schede video hanno un loro proprio BIOS che inizializza la memoria e il processore grafico. In caso contrario, di solito le informazioni sono sul driver video. Eventuali driver speciali, vengono caricati dall’adattatore e il BIOS ne visualizza le informazioni. Il software BIOS esamina quindi la sequenza dei dispositivi di archiviazione identificati come dispositivi di avvio nell’installazione CMOS.

L’avvio del computer da parte dei dispositivi di archiviazione si chiama “Boot” ed è l’abbreviazione di “bootstrap”. L’avvio si riferisce al processo di avvio del sistema operativo dove il BIOS tenterà di avviare la sequenza di avvio dal primo dispositivo di archiviazione avviabile dove è installato il sistema operativo del computer.

Se il BIOS non trova un dispositivo, proverà il dispositivo successivo nell’elenco. Se non trova i file corretti su un dispositivo, il processo di avvio verrà interrotto.

Configurazione del BIOS

Per accedere al BIOS, è necessario premere un determinato tasto o una combinazione di tasti durante la sequenza di avvio iniziale. La maggior parte dei sistemi usa:

  • Esc
  • Del
  • F1
  • F2
  • Ctrl + Esc
  • Ctrl + Alt + Esc

Di solito, all’avvio del computer possiamo leggere una riga di testo nella parte inferiore del display dove dice quale o quali tasti premere per accedere al Setup del BIOS. Dopo aver effettuato l’accesso, vedremo una serie di schermate di testo con una serie di opzioni. Alcuni di questi sono standard, mentre altri variano a seconda del produttore del BIOS.

Si possono configurare moltissime opzioni come ad esempio il System Time per impostare l’ora e la data del sistema, oppure la sequenza di avvio scegliendo l’ordine di avvio dei dispositivi di archiviazione. Si può impostare in molti BIOS il Plug and Play, un noto standard per il rilevamento automatico dei dispositivi collegati.

Il BIOS utilizza la tecnologia CMOS per salvare le modifiche apportate alle impostazioni del computer. Con questa tecnologia, si utilizza una piccola batteria al litio che è in grado di fornire energia sufficiente per conservare i dati per anni. Alcune schede madri, hanno una piccola batteria al litio che dura almeno dieci anni integrata nel chip CMOS.

Come aggiornare

Quando si acquista una nuova scheda madre, di solito si ha il BIOS già aggiornato. Ma se per un qualsiasi motivo si ha bisogno di aggiornare il BIOS, probabilmente si avrà bisogno di un programma di aggiornamento che ci può fornire il produttore della scheda madre. Per l’aggiornamento, bisogna guardare le informazioni sulla revisione del BIOS e sulla data visualizzata all’avvio del sistema o verificare che il produttore della scheda madre abbia rilasciato una versione aggiornata.

Quindi, bisogna visitare il sito Web del produttore della scheda madre per vedere se è disponibile un nuovo aggiornamento. Scarichiamo l’aggiornamento o il programma utility necessario per installarlo. A volte, l’utility e l’aggiornamento sono combinati in un unico file da scaricare. Copiamo il programma, insieme all’aggiornamento del BIOS, seguiamo le istruzioni e riavviamo il computer.

Il programma o l’aggiornamento cancellerà il vecchio BIOS per riscriverne uno nuovo oppure, semplicemente aggiornerà quello esistente. È possibile eseguire una procedura guidata dell’aggiornamento del BIOS se il produttore lo consente. Bisogna però prestare molta attenzione durante l’aggiornamento del BIOS.

Assicuriamoci di eseguire l’aggiornamento a una versione compatibile, altrimenti, possiamo rischiare di danneggiare il BIOS. In questo caso, si rischia che non saremo più in grado di avviare il computer. In caso di dubbi, consultiamo il sito del produttore della scheda madre per assicurarci su come fare o se sia davvero necessario eseguire l’aggiornamento del BIOS.

Altri articoli e guide che ti potrebbero interessare:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto