Volo in ritardo? Ecco come funziona l’app di AirHelp

Non è una grande novità che i voli facciano ritardi. Anzi gli ultimi mesi ci hanno abituato a scioperi, condizioni meteo eccezionali che hanno determinato una serie di cancellazioni o ritardo voli che hanno contribuito a generare più di una frustrazione nell’animo dei passeggeri. E cosa facciamo quando ci troviamo di fronte a simili disagi e sul tabellone della partenze comprare la fatidica scritta flight delayed, volo in ritardo?

Volo in ritardo App AirHelp

Volo in ritardo? App AirHelp

Fino a poco tempo fa nella maggior parte dei casi era inevitabile rinunciare a qualunque tipo di richiesta di risarcimento per volo in ritardo. La ragione era semplice. Le procedure per il risarcimento erano lunghe e la burocrazia interminabile. Oggi le cose son diventate molto più semplici grazie all’app di AirHelp che permette di verificare in pochi passaggi se abbiamo diritto al risarcimento e qualora la nostra richiesta risultasse positiva affidare ad AirHelp tutta le gestione per ottenere il risarcimento per volo in ritardo.

Come funziona AirHelp

C’è un bel po’ di tecnologia dietro la piattaforma AirHelp e le richieste di rimborso per ritardo volo. Tanta tecnologia, visto che la startup, nata nel 2013, ha fatto incetta di premi e riconoscimenti, sia rispetto ai servizi che offre, sia per le innovazioni che ha portato a tutela di quei passeggeri che fino a pochi anni fa si trovavano a dover affrontare da soli i labirintici meandri della burocrazia aerea.

Applicazione AirHelp per volo in ritardo

Quindi cosa fare con l’app di AirHelp in caso di ritardo volo? Prima di tutto occorre installarla, questione di pochi minuti e cosa che potete fare anche in aeroporto, in attesa del vostro volo. L’app di AirHelp è disponile sia in versione iOS che Android oltre a una web app per desktop. Una volta effettuato il download potete accedere dall’interfaccia di AirHelp alla sezione reclami. Ricordiamo che l’app è disponibile in dodici lingue, tra cui l’italiano. Possiamo scegliere tra volo in ritardo, volo cancellato, oppure overbooking.

Nel caso specifico l’opzione che fa per noi è la prima. Inseriamo poi i dati relativi al nostro volo. Aeroporto di partenza e di arrivo con eventuali scali intermedi, se ce ne sono. Mi raccomando tenete a portata di mano il numero del volo e per completare questo passaggio è necessario inserire il vostro nome e cognome più un indirizzo email.

Arrivati a questo punto è tutto in mano ad AirHelp che ci comunicherà in brevissimo tempo la cifra corrispondente al risarcimento di cui avremmo diritto. Il condizionale è d’obbligo, visto che dopo la risposta di AirHelp dobbiamo ancora delegare la piattaforma perché possa effettuare a nostro nome tutte le operazioni di richiesta di risarcimento.

È solo in questa fase che la macchina digitale di AirHelp si mette in moto con operatori umani e intelligenze artificiali che stabiliranno se la nostra richiesta andrà a buon fine. Una cosa da tenere presente è che AirHelp non applica alcun costo per questa fase. Tutte le operazioni sono a carico della piattaforma e completamente gratuite.

Non avete niente da perdere, quindi, nel tentare tramite gli avvocati di AirHelp, virtuali e non, di ottenere un risarcimento per il volo in ritardo. Solo nel momento in cui la richiesta andrà a buon fine AirHelp applicherà una commissione del 20% sulla transazione.

E il tutto ricordiamolo, può essere effettuato via mobile direttamente in aeroporto, in maniera tempestiva ed estremamente semplice. Ma cosa c’è dietro la tecnologia dell’app di AirHelp per voli in ritardo, cancellati e overbooking?

Machine learning e intelligenze artificiali

La scelta di AirHelp di offrire ai passeggeri un servizio semplice, intuitivo, economico ed efficiente per portare avanti le richieste di risarcimento si è tradotta fin da subito nella necessità di avvalersi delle più moderne tecnologie a disposizione. E tre sono gli assistenti virtuali con ruoli diversi che gestiscono le nostre richieste di rimborso, affiancati ovviamente da operatori umani.

Herman

L’assistente legale che si occupa di stabilire la giurisdizione in cui processare la nostra richiesta di rimborso per volo in ritardo prende il nome di Herman. L’algoritmo di AI è stato creato nel Dicembre del 2016 e l’accuratezza con la quale elabora e processa le nostre richieste è del 100%.

LARA

Di poco più giovane, LARA è nata nel Gennaio del 2017 e si occupa delle questioni legali nel momento in cui AirHelp riceve la risposta dalla compagnia aerea. L’accuratezza dell’algoritmo è del 96% e si basa su casi precedenti valutando la strategia migliore su di una quantità vastissima di esempi pregressi.

AgA

L’ultima nata in casa AirHelp. Dal Febbraio del 2018 AgA si occupa degli aspetti legali della nostra richiesta di risarcimento, portandola a termine nel modo migliore e più efficiente possibile. Il suo livello di accuratezza è
pari al 95%.

È stata riconosciuta al Fitur Know-how & Export (Fiera internazionale del Turismo) come la migliore App Internazionale 2018 di Servizi Turistici. Una tecnologia all’avanguardia nel settore del customer service, oltre a un indispensabile servizio per tutti i passeggeri.

Altre applicazioni che ti potrebbero interessare:

Volo in ritardo? Ecco come funziona l’app di AirHelp
9 (90%) 2 votes
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •