Tracciare nei grafici resistenze e supporti per fare Trading
Tracciare nei grafici resistenze e supporti per fare Trading

Tracciare nei grafici resistenze e supporti per fare Trading

Sapere in che modo devono essere tracciati i supporti e le resistenze è uno dei punti di partenza da cui non si può prescindere per fare trading. Si rivelerebbe uno spreco di tempo affollare il grafico che si prende in esame con linee che si rivelano non funzionanti né come resistenze né come supporti, con i prezzi che le superano.

Tracciare nei grafici resistenze e supporti per fare Trading
Tracciare nei grafici resistenze e supporti per fare Trading

Occorre, al contrario, prestare attenzione unicamente a quei livelli che si dimostrano necessari per l’analisi e che, di conseguenza, costituiscono un valido supporto per l’operatività di trading.

Come tracciare le resistenze e i supporti

Prima di iniziare a tracciare supporti e resistenze è utile tener presente che maggiore è il numero di volte in cui i prezzi sono respinti dal livello e maggiore è la sua importanza. In altri termini, se si nota che nel livello di resistenza o di supporto che è stato tracciato sul grafico il prezzo ha già rimbalzato in varie occasioni o è stato respinto, occorre dedurre che il valore di questo livello è significativo.

Insomma, quando un prezzo si infrange sulla stessa resistenza statica per più volte è bene tenere sotto controllo quella resistenza anche in occasione del successivo avvicinamento di prezzo.

I fattori

Se vengono definiti come supporto o resistenza diversi fattori nello stesso livello, la sua importanza aumenta. Si immagini, per esempio, il passaggio di una trend line su un livello di supporto o resistenza in cui viene individuato anche un supporto dinamico dovuto a un minimo precedente: ebbene, ciò vuol dire che quel livello avrà un’importanza ancora maggiore.

Nulla vieta che i fattori siano più di due: per esempio uno dei livelli di Fibonacci, una trend line e un supporto statico derivato da un minimo precedente.

L’importanza del livello

Il livello acquisisce importanza anche in funzione della ripidità del movimento fermato. Infatti quando un calo del prezzo molto ripido viene arrestato da un livello di supporto si può intuire che quel livello vanta una forza molto significativa: un discorso simile si può fare per i livelli di resistenza che arrestano trend rialzisti particolarmente ripidi e forti.

Inoltre, è utile tener presente che il livello è tanto più significativo quanto più sono elevati i volumi che vengono scambiati su resistenze e supporti.

A tale scopo è necessario verificare se gli scambi crescono nel momento in cui le contrattazioni arrivano al livello della resistenza o del supporto: vuol dire che il mercato su quei livelli desidera mantenere la tenuta del livello.

Usare le resistenze e i supporti per fare trading

Il calcolo sul grafico delle resistenze e dei supporti si può considerare a tutti gli effetti una tecnica di trading operativa. Riconoscere resistenze e supporti non offre solo un vantaggio di tipo visivo, ma garantisce anche dei benefici operativi dal punto di vista dell’analisi tecnica.

Vale la pena di tener presente, per altro, che alcune piattaforme di trading sono in grado di tracciare resistenze e supporti in automatico, anche se si tratta di un’opportunità non esente da limiti.

Come trattare i grafici quando si fa trading

I grafici dovrebbero essere lasciati per quanto possibile puliti, e sarebbe un grave errore quello di tracciare un numero troppo elevato di trend line. Anche l’impiego di una quantità eccessiva di indicatori è destinato a produrre ripercussioni negative, perché il risultato sarebbe quello di avere a che fare con resistenze e supporti distribuiti dappertutto.

Tenere ordinato il proprio grafico è anche un modo per restare concentrati sulla propria strategia di trading: sempre ammesso che se ne abbia una, ovviamente.

Altri articoli e guide dal mondo di internet che ti potrebbero interessare:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto