Sicurezza bambini tablet e smartphone con due App

Sicurezza bambini tablet e smartphone con due App: Con l’avvento della tecnologia che ormai ci circonda ovunque, non si può che prendere atto che siamo entrati in un’era definibile come digitale. I bambini non sanno più cosa vuole dire saltare la corda o giocare in mezzo alla natura (scusate il tono nostalgico). Però, sanno perfettamente come adoperare un qualsiasi tablet, smartphone o altri “congegni” elettronici.

Sicurezza bambini per tablet e smartphone

Questo se da una parte porta dei benefici, come una maggiore cultura, un maggiore dialogo e scambio d’informazioni, più comodità e semplificazione delle mansioni, una maggiore reperibilità di qualsiasi cosa (a pagamento e non), comporta anche un maggior numero di pericoli per i nostri figli, nipoti, cugini più piccoli. e proprio nel luogo che noi riteniamo più sicuro: casa. Infatti se già la televisione ha portato nelle case di tutti la violenza, il sesso, ecc ecc su cui comunque vigila, per quanto discutibile, un organo parlamentare di vigilanza, su internet questa vigilanza è poco sentita. La vastità del bacino di utenza di internet che genera galassie di dati in costante mutamento o aumento, infatti non permette una facile identificazione dei malfattori o dei crimini stessi, che tra l’altro possono contare su diversi escamotage per potersi nascondere e non essere rintracciati sulla rete.

Sicurezza bambini tablet e smartphone con due App

Questo significa, che in qualsiasi momento chi utilizza l’apparecchio può venire in contatto con video, immagini, concetti che potrebbero non essere adeguati ai più piccoli che spesso ho notato, (esperienza sui miei che hanno 6 e 10 anni) navigano utilizzando le immagini e non leggendo (per fatica o sfatica) e posso garantire che la curiosità li spingerà a cliccare su qualsiasi cosa che attrarrà il loro sguardo. Questo può tranquillamente portare anche ad una cascata di servizi a pagamento a cui si possono abbonare senza nemmeno accorgersi. cosa che a volte capita anche agli adulti. Inoltre è provato scientificamente che la visione di certe immagini e video, possono traumatizzare la mente di un bambino.

Potrebbe crescere con dei concetti di vita distorti che potrebbero in futuro creare problemi d’instabilità mentale o l’incapacità d’integrarsi e rapportarsi con gli altri in modo corretto, disturbi della sessualità (ipersessualità), ecc ecc. Sono sicuro che nessuno vuole questo perciò dopo una settimana di ricerche e tentativi ho trovato una combinazione decente di app sia per android che iphone per garantire una maggiore sicurezza ai nostri piccoli durante i loro momenti di svago. Per chiunque volesse creare una mia statua nel suo giardino può contattarmi in privato.

Soluzione per android

Per i dispositivi android ho trovato un’app che funge da browser alternativo (per i bambini) che si chiama ChicoBrowser. Esso ha dei filtri interni che escluderanno o bloccheranno i siti considerati pericolosi per i bambini (comprese le immagini), permette di stabilire per quanto tempo lo si potrà utilizzare (al termine del quale il bambino non potrà navigare senza l’inserimento di una password) e che da anche la possibilità di bloccare le altre app oltre che le impostazioni. Ho però notato che facendo bloccare le altre app a ChicoBrowser l’apparecchio si rallenta parecchio.

E’ però indispensabile che tutte le app che danno accesso a contenuti esterni (browser di navigazione, app store, messaggistica, email, ecc), siano bloccati, in modo che chi utilizza il dispositivo sia obbligato a passare per il browser designato, perciò mi sono avvalso di un’applicazione che ha l’unico scopo di bloccare l’apertura di qualsiasi cosa sia stata selezionata al suo interno, con una password: AppLock

Entrambe le Applicazioni sono molto semplici ed intuitive e quindi non inserirò screenshot, consiglio di giocherellare un pò con le impostazioni che dopo un paio di volte risulteranno abbastanza semplici sebbene in inglese (per ChicoBrowser).

Soluzioni per iphone

Sostanzialmente seguirò lo stesso procedimento che per android, infatti l’app ChicoBrowser è presente anche nell’apple store mentre AppLock no. Per bloccare le app però ho trovato un’altra soluzione già insita dentro al sistema operativo dell’iphone (sebbene non completa come l’app per android): Entrate in Impostazioni/Generali all’interno troverete la voce Restrizioni per attivarla inserite una password di 4 cifre. Una volta attivata questa funzione potrete bloccate tutte le app come Safari, Fotocamera, iTunes ma anche tutte le funzionalità delle applicazioni dei Social e quelle relative al Calendario ed alle Immagini per proteggere così tutti i dati e le informazioni più sensibili, ma non le altre app presenti sul telefono o tablet.

Vorrei aggiungere che non si possono “abbandonare” i bambini con la tecnologia perciò consiglio vivamente ogni tanto di controllare la cronologia e parlarne con i baby navigatori.

Sicurezza bambini tablet e smartphone con due App
Vota questo articolo
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •