Processori Intel di decima generazione
Processori Intel di decima generazione

Processori Intel di decima generazione

Intel è arrivata a inserire sul mercato processori fino a 10 core e 20 thread per computer desktop. I processori Intel di decima generazione vanno dagli i3 fino ai i9 e sono basati su Comet Lake-S e devono essere associati a schede madri con socket LGA 1200.

Processori Intel di decima generazione
Processori Intel di decima generazione

In questa guida, vedremo che cosa ci riserva questa decima generazione di processori Intel. Prima di iniziare, vediamo che cosa indicano TB2 e TB3, le tecnologie adottate dai processori Intel di decima generazione:

  • Intel Turbo Boost Technology 2.0 (TB2): Aumenta dinamicamente la frequenza del processore quando le applicazioni richiedono maggiori prestazioni. Maggiore velocità quando se ne ha bisogno.
  • Intel Turbo Boost Max Technology 3.0 (TB3): Identifica i quattro core con le migliori prestazioni per fornire prestazioni single-core e dual-core migliori.

Architettura processori Intel di decima generazione

I processori della serie Comet Lake sono basati sull’architettura Skylake come blocco predefinito che si conosce praticamente da tutte le parti del socket 1151, ma poi ridimensionato. Sono stati apportati dei miglioramenti e delle modifiche al processo di fabbricazione. Ciò significa che Intel è ancora al nodo a 14 nm. Intel ha utilizzato l’architettura come design modulare, aggiungendo core.

Inoltre, Intel ha applicato una cache L2 di 256 kB mentre l’L1 è a 64 kB in totale. Con questi processori Intel di decima generazione, abbiamo tre modalità Turbo soprannominate 2.0, 3.0 e Velocity Boost per i modelli “Premium”. I processori Comet Lake-S offrono un aumento delle frequenze di clock e quindi, delle prestazioni.

Come altre migliorie tecniche, questi processori hanno affrontato delle correzioni che riguardano la sicurezza dell’hardware e una migliore protezione dagli attacchi del canale laterale. Per chi non lo sa, il canale laterale nella crittografia è una debolezza che permette ai malintenzionati di poter raccogliere delle informazioni importantissime che verranno utilizzate per violare il sistema.

Suffissi dei processori Intel di decima generazione

I processori Intel di decima generazione, come per le precedenti, hanno dei suffissi. La “K” significa che un processore è sbloccato, quindi, si può overcloccare. La “U” significa che il chip è progettato per sistemi laptop e dispositivi mobili. Infatti, i chip “U” sono i modelli “ultra-low-power” di Intel. La “F” invece, indica che il chip non ha un processore grafico integrato mentre la “T” indica che i chip sono progettati per consumare meno energia perché hanno prestazioni inferiori rispetto ai chip standard senza suffissi.

TDP e PL

I processori Comet Lake possono eseguire valori di frequenza di clock di carico considerevolmente più alti e più lunghi rispetto a Coffee Lake di nona generazione. Il TDP è sui 125 watt con 65 watt per i modelli più “ecologici”. Questi valori si basano su quello che viene chiamato stato P1. Per i processori di nona generazione, quel valore si trova sui 95 W, ma con Comet Lake S è a 125 W perché abbiamo altri due core.

Esiste anche uno stato PL2 con un limite di potenza superiore che può essere applicato per un tempo relativamente breve. Le prestazioni complessive di Comet Lake possono essere molto più elevate rispetto a Coffee Lake e dei processori più vecchi, ma ciò influirà inevitabilmente sui consumi energetici e sui livelli di calore.

Overclock

Come in tutte le generazioni, Intel introduce nuovi sviluppi per l’overclock, quindi, anche in questa nuova decima generazione di processori. Quelli evidenziati dall’azienda sono Hyper-Threading per core, overclock dei bus PEG e DMI e un migliore controllo della curva tensione-frequenza. Un altro miglioramento è una matrice più sottile, che migliora il trasferimento termico dai nuclei all’IHS, il che dovrebbe aiutare a mantenere le temperature o almeno ad allontanare il calore dal processore più velocemente.

Chipset Z490

Le schede madri chipset Z490 possono gestire meccanicamente PCI Express 4.0, ma in realtà, Comet Lake-S è una serie di processori compatibile con PCI Express 3.0. Z490 come piattaforma, tuttavia, supporta anche le seguenti serie Rocket Lake-S, andando verso la compatibilità per PCI Express 4.0. Comet Lake-S è stata effettivamente progettata per supportare PCI Express 4.0. Tuttavia, un problema impedisce l’utilizzo di PCIe 4.0, pertanto la piattaforma supporterà PCI-E 3.0.

Il motivo è la presenza di jitter nel segnale del chipset Z490 che causa instabilità nel segnale dati. Significa che le specifiche richieste per la certificazione PCI-Express 4.0 non sono semplicemente soddisfatte. PCI-E 4.0 funziona a frequenze molto elevate e ciò richiede che il segnale sia completamente pulito. Significa anche che Comet Lake sta utilizzando un collegamento DMI PCIe Gen 3 x4, un collegamento tra il processore e il chipset.

Articoli e guide sui processori Intel che ti potrebbero interessare:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto