PlayStation VR recensione

Recensione PlayStation VR, console per la realtà virtuale che in questi ultimi tempi si è veramente fatta strada tra gli appassionati di videogiochi di tutto il mondo. Dopo più di un anno dopo dal suo rilascio, questa console domina ancora il mercato dei giochi in realtà virtuale. La Sony si sta ancora impegnando positivamente sullo sviluppo della tecnologia VR. I risultati devono avere un grande impatto visivo sui giochi, quindi, ci saranno sicuramente in futuro nuove versioni di questi visori. Però, in questa recensione ci concentreremo solo su tutte le caratteristiche e le particolarità di questa console di casa Sony.

Console PlayStation VR recensione

Sony si sta muovendo verso la realizzazione di nuovi controller che saranno più adeguati alle esigenze degli utenti che interagiscono con i giochi della PSVR. Esistono in commercio decine di giochi per questa console, sono ancora pochi ma in futuro ci sarà sicuramente l’imbarazzo della scelta. Al momento del lancio, il visore è stato venduto separatamente. In questa recensione però, parleremo dell’intero bundle, cioè console PlayStation e visore VR insieme. Oltre al visore e alla camera, tutto ciò che vi serve è un PlayStation 4. Va benissimo la versione Slim recentemente rilasciata e l’ultra potente PS4 Pro. Naturalmente vi servirà anche un controller DualShock per PS4.

PlayStation VR recensione

Questa console VR ha il compito di immergervi completamente in un videogioco e bisogna ammettere che ci riesce veramente bene. Sony utilizza una sola camera invece di due, è più difficile per questa console VR tener traccia di voi quando vi alzate dalla sedia o state camminando. Dopo un paio di passi in qualsiasi direzione, vi arriverà un’avvertimento da parte del sistema che vi comunica che vi state allontanando troppo lontano. Nella maggior parte dei giochi per PlayStation VR, si possono trovare raccomandazioni sulla zona di casa vostra dove poter giocare al meglio. Di solito, si raccomanda il soggiorno, sia da seduti o in piedi ma stazionari. Alcuni giochi sono sicuramente meglio giocarli in piedi.

La PS VR è in grado di gestire giochi ad una risoluzione di 1080p sul suo display OLED a 90Hz. La velocità di aggiornamento può essere anche di 120Hz a seconda del gioco o dell’applicazione. Se siete preoccupati per la latenza, Sony dichiara che il tasso è bloccato a circa 18ms. Se siete in possesso di una PlayStation 4 Pro, sappiate che questa console ha una potenza di elaborazione migliore ed è in grado di offrire un’esperienza di realtà virtuale ancor più coinvolgente per i giochi che la supportano. La PS4 Pro ha una resa sulle texture più dettagliate e assicura anche una piccola riduzione di granulosità delle immagini. I vantaggi però, variano da gioco a gioco.

C’è sicuramente una netta differenza tra la PS4 e la PS4 Pro ma queste differenze si possono notare solo se si sta prestando molta attenzione ad alcune texture guardandole in gioco sugli oggetti che appaiono in lontananza. I Lag sono meno presenti su PS4 Pro. All’interno del visore abbiamo uno schermo OLED da 5,7 pollici con un campo visivo di 100 gradi. Per il controllo, la PSVR utilizza una combinazione di movimenti della testa insieme ai controller PlayStation Move e DualShock 4. Per i giochi con schemi di controllo più complessi, possiamo utilizzare un controller wireless DualShock 4 che viene fornito con la PS4.

La PS VR è piuttosto comoda da indossare ma vi voglio mettere in guardia su una cosa; ha parecchi fili. Nel prossimo video infatti, vi viene spiegato come indossare questo visore e vedrete quanti cavi ha questo visore.

Indubbiamente, le prestazioni della PlayStation VR sono sorprendenti. Sarete in grado di visualizzare immagini sorprendentemente nitide pur avendo un campo visivo più piccolo rispetto ad altri visori. Con la sua velocità di aggiornamento delle immagini e con la sua latenza, sarà difficile che vi venga un senso di nausea mentre state giocando. Un’altra caratteristica molto interessante è la modalità Cinematografica che permette di vedere contenuti 2D all’interno del visore. Questa modalità trasforma i contenuti 2D in contenuti 3D, ma permette anche di poter guardare i nostri programmi preferiti da Netflix e YouTube.

Realtà virtuale: Sintomi e consigli per il suo utilizzo

Oltre a poter guardare i video su YouTube, potete anche guardare i Blu-ray in 3D. Tuttavia, sia i giochi che i film, non sono mai realistici. Quindi, non dimenticherete mai di essere in una realtà virtuale se ve lo state chiedendo. Alcuni modelli grafici risulteranno con i bordi frastagliati e ci accorgeremo di tantissime altre differenze che ovviamente nella realtà non vedremo mai. Di sicuro, l’esperienza risulterà comunque estremamente “avvolgente”. Sony consiglia di far pause almeno ogni 15 minuti circa durante il suo utilizzo per non iniziare a sentire vertigini. Inoltre, è consigliabile cercare di “acclimatarsi” alla realtà virtuale utilizzandola per brevi momenti piuttosto che entrarci a capofitto.

Iniziamo un gioco per pochi minuti, preferibilmente utilizzando i controller di movimento mentre si è seduti. Appena si inizia ad avvertire disagio fermiamoci subito. Appena ci sentiremo un po ‘più a nostro agio, sarà possibile aumentare la quantità di tempo che passeremo nel mondo virtuale. Inizialmente, è meglio scegliere di giocare stando in piedi per ottenere la piena esperienza di gioco immersiva. Ricordate che il corpo non è abituato a sentirsi “scollegato” dagli stimoli visivi che riceve. Anche se giocate per ore e ore al giorno, prendetevi periodicamente delle pause distogliendo lo sguardo dal visore. Nella realtà virtuale, non si può fisicamente interagire con nulla. Questo porta ad una sensazione di disconnessione e alla nausea.

PlayStation VR opinioni, prezzo e conclusioni

Da parte degli sviluppatori, c’è un sacco di entusiasmo intorno alla realtà virtuale e alla PlayStation VR. La PSVR continuerà ad essere ben supportata sia dagli sviluppatori che dagli editori di terze parti che cercano attivamente di rendere questa piattaforma un successo. Questa tecnologia non è ancora perfetta ma sicuramente decollerà. Non credo proprio che gli sviluppatori possano abbandonarla all’improvviso. Sony difficilmente spreca milioni di dollari in ricerca e sviluppo se non ci fosse del potenziale in questa tecnologia. L’esperienza di gioco con questa console è comunque stimolante ed incredibile. La PSVR è comunque un sorprendente buon prodotto, di buona qualità costruttiva e comoda da indossare (anche se ci sono tanti fili). Se siete già in possesso di una PS4, la PSVR è l’opzione più logica e conveniente. Il prezzo per questo visore è sicuramente ben più basso di uno per PC come ad esempio Oculus che analizzeremo in un’altra recensione dedicata. Infine, i giochi su PS VR sono sorprendentemente divertenti ed offrono un’esperienza emozionante completamente nuova. La realtà virtuale per console e per PC è una tecnologia ancora tutta in fase di sviluppo che ha bisogno di maturare molto, ma siamo comunque già ad ottimi livelli.

218,89€
299,99
disponibile
32 nuovo da 214,78€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il domenica, Nov 11 2018 11:17PM 23:17
PlayStation VR recensione
Vota questo articolo
Condividi
  • 4
  •  
  •  
  • 1