Perché alcune pagine indicizzate spariscono dalle Serp

In questo articolo vedremo perché succede che alcune pagine indicizzate di un sito web tendono a sparire nei risultati di ricerca di Google per una determinata parola chiave. Se siete dei SEO e state monitorando le parole chiave con cui alcune pagine di un sito si posizionano, avrete notato sicuramente che alcune si posizionano male o peggio ancora, dopo un po ‘di tempo spariscono dai risultati dei motori di ricerca.

Alcune pagine indicizzate spariscono dalle Serp

Alcune pagine indicizzate spariscono dalle Serp?

Da che cosa è dovuto? Si tratta di una penalizzazione? andiamo per gradi. Vi sarà sicuramente capitato di pubblicare un nuovo articolo su un sito web o ne avrete visto uno su un sito di un vostro cliente che inizialmente si era posizionato piuttosto bene per una parola chiave. Dopo un po ‘di tempo, il posizionamento di questa pagina ha cominciato a peggiorare.

Peggioramenti di posizionamento continui che hanno portato fino a far scomparire completamente quella pagina dai risultati delle ricerche. Se vi è capitato, vi sarete sicuramente chiesti come mai è successo e perché soltanto ad alcune pagine. Potrebbe essere un problema di indice supplementare.

Pagine indicizzate ma nell’indice supplementare

Che cosa si intende con indice supplementare? Si tratta di un indice aggiuntivo del motore di ricerca che può includere alcune pagine del tuo sito Web. In questo caso, gli utenti non vedranno alcune pagine del sito in una determinata serp. Di conseguenza, c’è un problema che influisce negativamente sul posizionamento di quella pagina web. Google possiede un indice principale, ma anche uno supplementare.

Nell’indice supplementare, sono posizionate le pagine web che Google ritiene non essere importanti. Semplicemente, queste pagine che non si posizionano bene sono finite in questo indice supplementare. Succede perché l’impegno di Google è offrire il massimo della qualità dei suoi risultati di ricerca e nella maggior parte dei casi, aggiunge nell’indice principale solo le pagine che ritiene utili.

L’algoritmo di Google valuta qualsiasi pagina di un sito web e se la ritiene di scarso valore per l’indice principale, la passa a quella supplementare.

Perché la tua pagina web potrebbe essere nell’indice supplementare

La maggior parte delle volte, può succedere che una pagina web finisca nell’indice supplementare per via dei contenuti duplicati. Questo non sempre vuol dire che il testo di un nostro articolo non sia originale, molte volte può semplicemente sembrare “molto simile ad altri“. Questo filtro di Google, limita i contenuti di bassa qualità.

Tiene conto dei duplicati all’interno del sito, quindi, è necessario impedire alle pagine duplicate di essere indicizzate. Anche una struttura del sito sbagliata può influire su alcune pagine. Un altro motivo potrebbe essere l’utilizzo dei collegamenti ad altri siti Web di pessima qualità.

Ancora peggio se questi siti su cui magari facciamo link building sono stati a loro volta filtrati da Google. Oltre ai collegamenti a siti esterni, anche i collegamenti interni utilizzati in maniera impropria possono avere conseguenze negative.

Una bassa affidabilità dei link può portare l’intero sito ad essere associato come di “bassa qualità“. Nella maggior parte dei casi, i contenuti sono i colpevoli perché possono essere testi troppo brevi o una traduzione fatta male di un articolo in inglese.

Come risolvere il problema delle pagine sparite dalle serp

Se alcune pagine del nostro sito web rientrano nell’indice supplementare di Google, vuol dire che non vengono visualizzate nei principali risultati di ricerca. Quindi, da queste pagine non arriveranno visitatori ma succede molto spesso solo per alcune query. Se il tuo sito o quello di un tuo cliente ha molte pagine nell’indice supplementare, influenzerà negativamente sull’intero sito. Per uscire da questa situazione, è importante ridurre al minimo il numero di pagine che rientrano nei risultati di ricerca supplementari.

Per risolvere questo problema, bisogna prima di tutto trovare queste pagine coinvolte. Google Analitycs potrebbe aiutarci ad individuarle. Una volta trovate, bisogna procedere alla modifica dei contenuti rendendoli unici, completi e competenti.Togliamo l’indicizzazione alle pagine non importanti e ai file di sistema.

Altri articoli e guide dal mondo di Internet che ti potrebbero interessare:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto