PC assemblato: Gli errori da non commettere

PC assemblato: Assemblare il PC, che sia per lavoro o per gaming, è una delle opzione più consigliate per chi intende massimizzare le prestazioni della propria macchina; ne abbiamo parlato spesso dalle nostre pagine, con guide passo passo o raccolte di suggerimenti utili per chi vuole tentare questa strada.

Gli errori da evitare nell’assemblaggio

Tuttavia, come in ogni campo della vita umana, anche queste operazioni non sono certo esenti da possibili sbagli, che possono essere più o meno gravi e avere effetti indesiderati sul risultato finale: insomma, oggi proviamo a evidenziare quali sono gli errori che bisognerebbe evitare quando si approccia all’assemblaggio di un computer.

PC assemblato

PC assemblato

Primo sbaglio, non avere un progetto chiaro

È chiaro che il primo problema è addirittura preventivo, ovvero partire all’arrembaggio e carichi di buone intenzioni ma non avere nozioni precise circa le operazioni da effettuare o, ancor peggio, le competenze minime per riuscire nell’impresa.

Altrettanto grave è non informarsi a sufficienza circa gli elementi necessari per la macchina o rivolgersi al primo negozio che capita per scegliere i pezzi: navigando online si può acquistare su siti come Amazon, ad esempio, o sui principali portali italiani del settore, DadoShop, che da quasi 20 anni è un riferimento per chi cerca online componenti per assemblare PC per garanzie e affidabilità.

Gli errori più frequenti

Completata la fase per così dire progettuale, veniamo agli errori pratici in cui si rischia di incappare durante l’assemblaggio di un PC. Secondo gli esperti, uno degli sbagli più frequenti riguarda il fissaggio della scheda madre al cabinet e, in particolare, la gestione dei distanziatori, fondamentali per evitare che si possano creare cortocircuiti rischiosi per la motherboard.

Attenzione all’elettricità

Un altro capitolo corposo riguarda l’elettricità: parliamo non solo del giusto posizionamento dei cavi di alimentazione esterni (è banale dirlo, ma i connettori di scheda madre e di scheda video sono differenti!) e del cosiddetto “ ” interno (per preservare l’integrità dei componenti), ma anche della gestione dell’elettricità statica e delle sue scariche, che potrebbero compromettere la salute delle componenti hardware del PC.

Per questo, bisogna sapere come scaricare l’energia preventivamente: in sintesi, è bene evitare di indossare indumenti che “accumulano” elettricità (materiali come lana o alcune fibre sintetiche sono nocivi, in tal senso) e imparare a scaricare a terra la carica elettrostatica del corpo.

Non eccedere con la pasta termica

Un altro errore frequente ma assolutamente evitabile, legato al tema “elettricità”, è quello di lavorare sull’hardware lasciando la macchina alimentata in corrente: ancora una volta, è banale dire che operare in questo modo è non solo rischioso per il PC, ma anche per la propria salute.

Anche il “calore” è un fattore da valutare con attenzione, sia in termini di rispetto delle giuste condizioni di aerazione delle componenti interne che di utilizzo della pasta termoconduttiva, che serve a rimuovere l’aria e a consentire il contatto tra dissipatore e cpu.

Per questo aspetto, la difficoltà sta nel comprendere quale sia la quantità corretta di pasta da fissare, che sia né eccessiva né troppo ridotta rispetto alle esigenze.

Controllare sempre di aver rispettato i passaggi

Chiudiamo con altri piccoli suggerimenti per evitare errori nell’assemblare un PC: la corretta organizzazione preventiva del lavoro dovrebbe consentire di posizionare gli hard disk troppo vicini nei rispettivi alloggiamenti, soluzione che limita l’adeguata dissipazione del calore e che può produrre addirittura interferenze elettromagnetiche tra i supporti.

Per quanto riguarda questi supporti (così come per i lettori multimediali), inoltre, è bene ricordare di fissarli sempre almeno con due viti, una per lato, per evitare che possano sbilanciarsi con l’utilizzo; infine, prima di mettere tutto in alimentazione e provare ad accendere è sempre consigliabile fare una verifica di aver seguito tutti i passaggi alla perfezione, collegando bene i cavi e alloggiando ogni pezzo al suo posto.

Altri articoli e guide che ti potrebbero interessare:

Vota questo articolo

A proposito dell'autore

Autore e amministratore del sito Tech Universe, appassionato di tecnologia e internet. Recensioni hardware PC, software e guide d'informatica e internet in genere.