Ottimizzazione per i motori di ricerca

L’ottimizzazione per i motori di ricerca è una pratica che cambia con il passare del tempo, le regole non rimangono sempre le stesse. Molte di queste regole, erano necessarie anni fa, ma oggi, potrebbero non essere più utilizzate. L’ottimizzazione per i motori di ricerca può sembrare difficile, in parte grazie al fatto che continua ad evolversi. In questo articolo, vediamo quali sono le regole che vengono utilizzate oggi per l’ottimizzazione di un sito web per i motori di ricerca.

Ottimizzazione per i motori di ricerca: Le parole chiave

Le pratiche utilizzate per ottimizzare un sito web fino a qualche anno fa, non è detto che siano valide ancora oggi. Prima di tutto, possono venirci in aiuto dei tool che servono per darci un idea e su come procedere per l’ottimizzazione di un sito web. Molto importante quando si crea un sito web, che si prenda in considerazione come fare per posizionarsi il più in alto possibile nella SERP. Ad esempio, puoi creare un sito web con Wix e con i suoi strumenti SEO. Strumenti che possono aiutarci moltissimo per comprendere quale sia la migliore strategia per iniziare con la nostra ottimizzazione partendo dalle parole chiave. Le parole chiave sono un obiettivo importantissimo per molti SEO perché le persone le usano per cercare sui motori di ricerca.

Ottimizzazione per i motori di ricerca
Ottimizzazione per i motori di ricerca

Dopo anni di contenuti che sono stati creati ricchi di parole chiave, ora, si deve puntare a creare contenuti meno densi di parole chiave che siano più utili per gli utenti che visitano il nostro sito web. Bisogna usare strategicamente le nostre parole chiave stando attenti a non creare contenuti troppo “forzati” in base alle parole chiave. Un contenuto dovrebbe essere una guida, o un articolo utile ai lettori, un argomento che oltre ad essere interessante, dovrebbe risolvere un problema.

Per i contenuti, invece di pensare solo ed esclusivamente a posizionarti per una determinata parola chiave, bisogna comprendere quale sia la differenza fra contenuto mirato a posizionarsi e un contenuto utile mettendo al primo posto l’utente finale. Ma passiamo all’ottimizzazione vera e propria di un sito web partendo dalla parte più importante; la piattaforma.

Per “piattaforma” si intende se il nostro sito da ottimizzare è visibile solo su computer desktop o mobile. Se pensiamo che gli utenti utilizzano principalmente solo il browser desktop per navigare su Internet, ci stiamo sbagliando di grosso. Sono sempre meno gli utenti che navigano su Internet utilizzando un browser da computer, mentre gli utenti da cellulare con un sistema operativo Android o iOS sono oltre il cinquanta per cento.

Quindi, sarà molto più probabile che le persone trovino i nostri contenuti navigando su telefono cellulare piuttosto che da un browser su computer desktop. Sarà necessario utilizzare un sito web che sia perfettamente navigabile anche su qualsiasi telefono cellulare.

Contenuti di qualità

I contenuti solitamente coprono un’intero o più argomenti che possono essere rilevanti. Ma quanti ne servono realmente per ottenere buoni risultati in termini di visite verso il nostro sito web? La maggior parte dei siti ottiene la maggior parte del traffico salo da un limitato numero di articoli o guide. Molti di questi contenuti, saranno risorse meno visitate.

Questi contenuti che ci porteranno pochissime visite o nessuna, possono essere contenuti duplicati. Un tipo di risorse che possono danneggiare il potenziale del nostro sito web e per questo motivo, vale veramente la pena di fare ogni tanto un controllo cancellando alcune pagine che sappiamo non ci porteranno mai visite.

Una strategia dei contenuti è importantissima, soprattutto se possediamo più domini e abbiamo deciso di pubblicare lo stesso contenuto ma su vari siti. I contenuti duplicati possono complicare le cose rendendo il traffico di ricerca in competizione con te stesso in termini di ricerche pertinenti.

Una strategia fatta male di pubblicazione degli stessi contenuti su più siti può essere interpretata da parte di Google e di altri motori di ricerca come una pratica ingannevole. Una soluzione, se possibile, è fare in modo che i siti che si collegano a questi contenuti utilizzino un tag canonico, in modo che sia chiaro ai motori di ricerca dove si trova la fonte originale.

Velocità di caricamento delle pagine

Fino a qualche anno fa, se il nostro sito web si caricava lentamente non era un problema. Oggi, è un segno rivelatore che non stiamo offrendo una buona esperienza di navigazione agli utenti e i motori di ricerca lo noteranno fin da subito. I motori di ricerca, prendono molto sul serio la velocità di un sito web. Negli ultimi anni, la velocità di caricamento delle pagine di un sito è diventato uno dei principi vitali del web e praticamente anche tutte le aziende hanno iniziato a prendere in considerazione questo aspetto, soprattutto la velocità di caricamento da un dispositivo mobile.

Per questo motivo, è importante nell’ottimizzazione dei motori di ricerca pensare anche alla velocità del sito che può essere pieno di codici interni ed esterni non ottimizzati che graveranno sulle prestazioni di caricamento delle pagine. Un problema che può essere dovuto magari alla mancanza di memorizzazione delle pagine web in una cache. Quindi, una buona ottimizzazione per i motori di ricerca fra le più importanti, è sicuramente la velocità di caricamento delle pagine web.

Altri articoli dal mondo di Internet che ti potrebbero interessare:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto