Ottimizzazione pagine web: Come fare

Ottimizzazione pagine web, non sarà di certo la prima volta che ne abbiamo sentito parlare. In questa guida vedremo nel dettaglio alcuni consigli utili per l’ottimizzazione delle pagine web del nostro sito in ottica SEO e su come migliorare in generale il posizionamento del nostro sito nei risultati di ricerca.

Ottimizzazione pagine web

Ottimizzazione pagine web

In questa guida, tengo conto che sappiate come ricercare una o più parole chiavi, che sapete come scrivere un articolo sul vostro blog e che sapete ottimizzare le immagini allegate per il vostro motore di ricerca. Hai scritto ottime descrizioni per ogni singola pagina e hai migliorato al massimo la user-experience, ma il traffico organico non è migliorato.

Posso darti due consigli; il primo è di affidarti ad una web agency professionale che ti seguirà il sito passo per passo oppure, puoi continuare a leggere questa guida. Sicuramente troverai molte informazioni utili a riguardo per migliorare il posizionamento delle tue pagine web.

Ottimizzazione pagine web: Problemi tecnici SEO

Se il tuo sito web proprio non ne vuole sapere di scalare le posizioni nei risultati dei motori di ricerca, probabilmente hai degli errori tecnici SEO che devono essere affrontati. Forse, non hai acquisito abbastanza backlink o forse dovresti aumentare le tue condivisioni sui social media. Ma probabilmente non è nulla di tutto ciò che non fa salire il traffico organico.

Leggi anche:
Film in streaming

I problemi tecnici SEO sono quelli che rendono il tuo sito web non scansionabile, indicizzabile e di facile comprensione per i motori di ricerca. Google non legge i contenuti di un sito web come lo fanno le persone. Legge tutto il codice e il contenuto ma se non si costruisce un tuo sito web con le specifiche di Google, potrebbero presentarsi problemi di visibilità

Non bisogna essere necessariamente un programmatore per capire se abbiamo problemi tecnici SEO. Alcune delle terminologie possono essere un po ‘difficili se non ce ne intendiamo come; concatenamento dei file JavaScript, redirect e reindirizzamenti concatenati che fanno dei loop. Quindi, come capire se il tuo sito ha problemi tecnici SEO?

Avremo bisogno di uno strumento di audit SEO per scoprire eventuali problemi e che ci mostrino il nostro traffico organico. Due tool molto popolari sono; Screaming Frog e SEMrush. Il primo è un software molto facile e intuitivo da utilizzare mentre il secondo è un tool-online con versione PRO a pagamento.

Entrambi, sono in grado di fornirci informazioni su eventuali problemi tecnici SEO e su come risolverli.

HTTPS

I siti Web che utilizzano SSL (HTTPS) proteggono il traffico tra browser e web server. Puoi sapere se un sito utilizza SSL, basta semplicemente vedere l’URL che deve iniziare con; “https”. Se manca, al nostro sito web mancherà un livello aggiuntivo di sicurezza che può influire negativamente sul posizionamento.

Google utilizza https come segnale di posizionamento, quindi, è importante implementare SSL ed è importante assicurarsi che ogni pagina sia sicura. Per farlo, rivolgetevi al vostro provider facendone richiesta, vi darà sicuramente tutte le informazioni necessarie su come attivarlo.

Contenuti duplicati

I contenuti duplicati sono la morte di un sito web, porta alla cancellazione del traffico di ricerca organica. Google ha buoni motivi per penalizzare i contenuti duplicati; plagio e a chi dare priorità in caso di due contenuti identici. Tutto quello che bisogna fare è di assicurarsi che ogni nostra pagina web sia unica e originale.

Se non implementi correttamente l’HTTPS, potresti ritrovarti con due versioni di ogni pagina del tuo sito.

Velocità di caricamento sito web

La velocità di caricamento del nostro sito web fa parte dell’esperienza utente (User-experience). Un fattore molto importante che tengono in considerazione i motori di ricerca. È possibile realizzare un sito Web graficamente bellissimo e ricco di contenuti ma se la velocità di caricamento della pagina è superiore a tre secondi, molti utenti abbandoneranno subito il vostro sito.

La velocità di caricamento del nostro sito influisce anche sul posizionamento mobile. Scalare e comprimere le immagini, utilizzare un provider veloce e se utilizzi WordPress, un ottimo plugin di cache possono essere la soluzione.

Errori 404

Gli errori 404 (Pagina non trovata) danneggiano sia l’esperienza di navigazione dell’utente che la capacità di scansione del tuo sito web. Se una delle tue pagine si collega a una pagina cancellata, o è un errore di ortografia o bisogna rimuovere i link non funzionanti o indirizzarli altrove. Un altro ottimo consiglio sugli errori 404 è di personalizzare la pagina 404 per impedire agli utenti di abbandonare il nostro sito.

Personalizziamo la nostra pagina 404 con link ai contenuti più popolari o a una casella di ricerca che può aiutare gli utenti a trovare ciò di cui hanno bisogno, rimanendo sul nostro sito.

Dispositivi mobile

Se il tuo sito web non è compatibile sui dispositivi mobile, puoi arrivare a perdere oltre la metà del traffico. Per risolvere questo problema, la soluzione migliore è di acquistare un tema per wordpress o per il CMS che usi, già compatibile con tutti i dispositivi mobile.

File robots.txt e sitemap.xml

Se questi file sono mancanti o errati, il nostro sito web può avere dei grossi problemi di indicizzazione. Questi file indicano ai robot di ricerca come eseguire la scansione del sito, ma in maniera differente. La sitemap è essenzialmente un elenco di tutti i link sul sito che si desidera indicizzare su Google.

Il robots.txt invece, dice ai bot se sono autorizzati a eseguire la scansione del sito e quali pagine ignorare. Quindi, è importante controllare se il nostro sito web li utilizza ed è importante che non siano errati.

Articoli correlati: