Ghrush lo Straziatore

Ghrush lo Straziatore è un campione Epico dello Spirito appartenente alla fazione degli Ogryn in Raid Shadow Legends. Si tratta di un campione di tipo difesa i cui danni si basano appunto sulla sua statistica difesa.

Ghrush è un campione molto singolare con un set di mosse particolarmente indicato per il boss del clan e per la sua cripta anche se sarà possibile utilizzarlo anche nelle roccaforti per sostenere il team con le sue cure e i suoi debuff.

Ghrush lo Straziatore Raid Shadow Legends

Ghrush lo Straziatore si può ottenere gratuitamente dopo 210 giorni di gioco, oppure normalmente aprendo le schegge antiche.

Ghrush lo Straziatore
Ghrush lo Straziatore

In Raid Shadow Legends, non sarà disponibile trovarlo aprendo schegge sacre. Per comprendere la sua utilità però è necessario capire di cosa è capace:

A1 Strazio sanguinario

Posiziona un debuff sanguisuga con un 75% di probabilità quindi attacca un nemico. Questa abilità è particolarmente efficace contro il boss del clan che sarà il nostro unico target nelle partite che lo riguardano. Dal momento che questa skill posiziona sanguisuga prima di attaccare non ci saranno problemi di piazzamento del debuff per colpa di colpi deboli.

Strazio Sanguinario

Sanguisuga è un debuff particolarmente potente contro il boss del clan: ogni volta che si attacca un avversario affetto da sanguisuga l’attaccante si curerà per un 18% del danno inflitto. Ne consegue che se daremo ai nostri campioni sufficiente tasso, danno e la stat sulla quale si basano i loro danni questi avranno la possibilità di curarsi poderosamente senza dover ricorrere al set rubavita e quindi allargando di molto il ventaglio di possibilità in termini di build.

A2 Calpestio Frantumante

Attacca tutti i nemici quindi posiziona un debuff riduci attacco del 50% e un debuff riduci danno decisivo del 30%. Questa skill è particolarmente utile nella cripta degli Ogryn. Non essendo una fazione particolarmente densa di campioni abili a fare danno (senza scomodare i leggendari, beninteso) e non avendo molti debuffer abili a ridurre la difesa (attualmente, solo Uugo) saremo costretti a vere e proprie battaglie di logoramento contro boss e ondate.

Calpestio Frantumante - Raid Shadow Legends

Limitare i danni limitando attacco e danno decisivo dei nostri avversari sarà determinante per superare facilmente tutte queste fasi. Questa skill si rivela comunque utile contro lo stesso boss del clan sebbene il solo utilizzo di Ghrush lo Straziatore come specialista nel mantenere l’attacco del boss dimezzato sia piuttosto rischioso.

A3 Falciata Asfissiante

Attacca tutti i nemici quindi posiziona un buff guarigione continua del 15% su tutti gli alleati. Posizionerà un ulteriore buff guarigione continua del 7.5% su tutti gli alleati in caso almeno uno dei colpi inferti risulti decisivo. Va da se che converrà dare un tasso quanto più vicino al 100% al nostro Ghrush per godere anche della seconda guarigione continua per quanto possa essere la versione “piccola”.

Falciata Asfissiante

Guarigione continua permette ai nostri campioni di guarire ogni volta che prendo turno e si integra particolarmente bene col debuff sanguisuga che posiziona con la sua prima skill.

Build

Costruire un Ghrush lo Straziatore potente può sembrare semplice ma saranno molte le stat di cui avrà bisogno per rendere al massimo: l’utilizzo contro il boss del clan nonché la sua natura di campione di tipo difesa impongono una difesa piuttosto alta la cui entità varia in base alla difficoltà del boss che vorremo affrontare, tenete conto che tutti i valori sopra 3000 punti possono essere considerati validi. Avrà inoltre bisogno di una buona quantità di HP, un tasso quanto più vicino al 100%, danno decisivo e precisione.

Ultima ma non per importanza la velocità, che dovrà essere in linea col resto del team ma, soprattutto, confrontata con quella del boss! Fate sempre i conti col simulatore per non avere brutte sorprese. Non sarà assolutamente utile la statistica attacco mentre l’uso contro il boss del clan rende superflua la stat resistenza.

SET

Ghrush posiziona già sanguisuga con un discreto margine di sicurezza, in particolare se lo abbinate al contrattacco ad area di Frangiteschi, Martiria o Valchiria. Sarà quindi finalmente superfluo utilizzare il set rubavita. Avremo tuttavia la necessità che usi la sua skill primaria quante più volte possibile per mantenere il debuff sanguisuga sempre attivo, questo rende poco utili set come implacabile oppure riflesso.

Per l’uso contro il boss del clan il set più indicato per Ghrush lo Straziatore e per estensione per tutto il team vista la meccanica che lui stesso introduce col debuff sanguisuga, è sostenitore. Il set sostenitore riduce del 30% il danno entrante dagli attacchi ad area rendendo molto più coriaceo il campione. Se avrà la possibilità di curarsi regolarmente attaccando il boss durerà molti più turni di quanto le sue statistiche normalmente consentirebbero.

Maestrie

Anche in questo caso, non solo l’uso specifico ma anche il team nel quale questo campione viene inserito modificherà del tutto o in parte le maestrie ideali. L’unica certezza assoluta sarà il percorso attacco, visto che comunque parliamo di un campione che può fare danni e che si trova comunque ad essere uno specialista in cui tutti, campioni di supporto compresi, sono chiamati a fare un minimo di danno.

Maestro bellico dovrebbe essere la maestria con cui chiudere questo percorso per aumentare non solo enormemente i danni erogati da questo campione ma anche la stessa cura generata da sanguisuga: anche i danni di maestro bellico infatti verranno conteggiati nella cura finale ottenuta dal campione.

Per quanto riguarda la scelta del percorso difesa oppure assistenza dipende dal team in cui lo inserite e dalla qualità stessa della vostra build. Se non siete riusciti a dare molta precisione e/o non avete nel team un campione che posiziona il contrattacco ad area sarà più conveniente il percorso assistenza: avrete più precisione a disposizione e potrete sfruttare cecchino per rendere ancora più probabile che posizioni sanguisuga e maestro di malefici per estenderne la durata.

Se invece siete già dotati di qualcuno abile a mettere contrattacco ad area e siete già coperti contro lo stordimento del boss potete scegliere il percorso difesa e ottenere tutte le ulteriori riduzioni di danno che questo percorso offre.

TOMI

Ghrush lo Straziatore non è certo un avido lettore in confronto a certi “topi da biblioteca” recentemente rilasciati dalla Plarium. La composizione del nostro team però potrebbe permettere di risparmiarne molti. Se, infatti nel nostro team sono già presenti curatori nonché campioni abili a piazzare e mantenere nel tempo il debuff riduci attacco attivo sul boss allora potremo permetterci di dare i tomi solo alla sua skill primaria per aumentare al massimo le probabilità che piazzi sempre il suo debuff sanguisuga.

Ovviamente la ripartizione dei tomi è del tutto casuale ma applicandone uno alla volta e con un pizzico di fortuna potrebbero finire tutti, o buona parte, sulla sua skill primaria. Se però questo campione vi serve come parte integrante del team nell’elargire cure al di la del debuff sanguisuga e per ridurre l’attacco del boss allora saranno necessari tutti i tomi su tutte le maestrie. Nel complesso però stiamo parlando di un campione molto valido che potreste usare contro il boss per davvero molto tempo. Merita i tomi e non sarà sicuramente uno spreco darglieli.

Considerazioni finali

E’ un campione che vi permette di alzare l’asticella contro il boss del clan, in particolare nelle difficoltà più alte permettendovi di abbandonare il set rubavita e di vestire i vostri campioni con build molto più performanti ed avanzate. Non è quindi un caso che gli stessi sviluppatori lo abbiano inserito tra i premi del daily log in dopo qualche mese di gioco.

Sebbene rubavita sia da sempre il set prediletto per l’uso contro il boss del clan questo evidenzia tutti i suoi limiti una volta raggiunte le difficoltà più elevate del boss stesso. Rubavità permette infatti di curarsi poderosamente ogni volta che il campione che lo indossa attacca il boss tuttavia non fa nulla per mitigare il danno che questo causa e che aumenta inesorabilmente dopo ogni turno.

Arriva quindi molto presto il momento per cui, indipendentemente da quanta difesa e HP possiamo dare ai nostri campioni così come indipendentemente da quanto rapidamente essi possano curarsi, il danno del boss sarà talmente alto da eliminare i nostri campioni con un singolo colpo e a quel punto curarsi tramite set sarà del tutto inutile.

Con il debuff sanguisuga i nostri campioni saranno in grado di curarsi attaccando indipendentemente dai set che indossano e questo spalanca le porte per l’uso di uno dei set più potenti a disposizione ovvero sostenitore: se costringo il boss a fare sensibilmente meno danno per forza di cose l’intero team durerà più turni e più turni significa più danno totale a disposizione.

Ghrush non è assolutamente il campione più performante in assoluto in tal senso: è necessario che usi la sua skill primaria con grande frequenza perché possa permettersi di mantenere il debuff attivo perennemente sul boss, in particolare se vi manca qualcuno abile ad estenderne la durata (Visir, Septimus, Baulardo, ecc).

Campioni come Vogoth che lo posiziona con la sua passiva o Ma’Shalled che offre una cadenza di posizionamento più sicura sono in genere considerati più performanti tuttavia Ghrush viene donato gratuitamente coi premi del daily log in ed è quindi una validissima e potentissima alternativa free2play per addentrarsi in questa meccanica avanzata di gioco.

Altri video su Raid Shadow Legends che potrebbero interessarti:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 4.5 / 5. Conteggio voti: 2

Nessun voto