Fotolibro: cos’è e come si crea

Il fotolibro è la novità degli ultimi anni, creata per far tornare interessanti le fotografie delle vacanze, o di una giornata con gli amici. Un tempo in queste occasioni si stampavano le foto, o si creava un album fotografico, in modo da riguardare le immagini anche a distanza di anni. Gigi invece grazie al fatto che le fotografie sono in formato digitale, si tende a mantenerle nel formato originale, quindi a non stamparle.

Fotolibro CEWE - Come si crea?

Fotolibro CEWE

Per farle vedere ad amici e parenti serve però un computer, oppure le si deve mettere su un DVD: il risultato è un’attività che non è più così corale come un tempo. Il fotolibro permette di creare un volume con le nostre fotografie preferite; lo si può poi regalare agli amici, oppure lo si può sfogliare, da soli o in compagnia, per rimirare in tutta tranquillità le immagini più belle.

Cosa mettere in un fotolibro

Oggi, i siti che permettono di creare dei fotolibri offrono formati, dimensioni e numero di pagine a scelta. In linea di massima si possono superare le 100 pagine senza spendere cifre esagerate, questo significa che potremo inserire in un fotolibro varie decine di immagini a nostra scelta. Oppure possiamo creare fotolibri minuscoli, grandi come piccoli taccuini, da tenere nel cassetto della scrivania o anche in borsa, per guardarli quando si vuole.

L’unico suggerimento che si dovrebbe seguire quando si scelgono le foto da inserire nel libro riguarda la loro unitarietà: creando un filo conduttore che lega tra loro le immagini si rende più interessante l’attività di ammirare le immagini.

Come si crea un fotolibro

La pratica della creazione del fotolibro è semplice e rapida; i siti che permettono di stampare questo tipo di prodotti infatti offrono anche comodi software, dall’interfaccia intuitiva nei quali si inseriscono le immagini scelte, le si ritocca per renderle il più piacevoli possibile e le si inserisce nelle pagine. Le possibilità sono varie e riguardano anche il posizionamento originale delle immagini, ad esempio no ortogonali alle pagine, o con sfondi particolari, che danno un poco di movimento al volume.

Anche la copertina può essere personalizzata, sia per quando riguarda il materiale, che per quanto concerne la presenza di immagini o la colorazione.

Effetti speciali nel fotolibro

Ci sono poi anche varie possibilità che riguardano l’inserimento di effetti creativi o di introduzioni speciali nel volume o tra le fotografie. Permette di inserire delle mappe tra le immagini, magari all’inizio di ogni capitolo. Se si tratta di un fotolibro dedicato ad un viaggio questa opzione ci consentirà di localizzare alla perfezione ogni immagine, cosa che facilita a chi guarda il libro la comprensioni delle fotografie che si sta godendo.

È possibile anche introdurre sottotitoli i scritte, per introdurre un capitolo del libro o da usare come didascalie per ogni singola foto. Oppure, utilizzare sfondi particolari per ogni pagina. Tutte queste piccole aggiunte consentono di dare un tocco originale al fotolibro, ma anche di conferirgli una veste maggiormente professionale, per fare in modo che ricordi uno di quei libri fotografici che sono venduti a caro prezzo in libreria.

Altri articoli correlati sul foto e video ritocco che ti potrebbero interessare: