Dominio: La giusta scelta

Il dominio è in assoluto la prima cosa che pensiamo ad avere per realizzare un sito web personale o ecommerce. In questa prima parte, vedremo tutti gli aspetti fondamentali di un dominio web e molte curiosità interessanti sui domini.

dominio

Il nome a dominio, si dice, che sia importantissimo per conquistare la vetta più alta nei risultati di ricerca per quella o più determinate parole chiavi che sono all’interno del nome dominio che abbiamo scelto. Questo è vero, ma non è fondamentale.

Come sono i livelli dei domini

E’ semplice comprendere come sono i livelli dei domini:

  • it (Primo livello)
  • nomesito.it (Secondo livello)
  • tuonome.nomesito.it (Terzo livello, sottodominio)

Possono esistere anche i quarti livelli etch.. il nome dominio è sempre il primo mentre it, com, net, etch.. è l’estensione di dominio. Ogni forma di dominio, secondo livello, terzo livello, etch.. è un dominio a se. Ovviamente, il livello di dominio non ha nulla a che fare con l’effettivo posizionamento sui motori di ricerca nel senso che un dominio di secondo livello è visto alla stessa maniera da google come un terzo o un quarto livello.

Le differenze tra i vari domini

Esistono molte differenti estensioni di domini che possiamo scegliere per il nostro sito web. In Italia, ovviamente, si usa principalmente il punto it per via della sua geolocalizzazione mirata e per la ricerca principalmente su google.it. Ogni paese ha la sua estensione, gr per la Grecia, ru per la Russia, uk per l’Inghilterra e così via. A tutti i domini geolocalizzati per il proprio paese non è possibile cambiare la lingua dal proprio google webmaster mentre agli altri domini denominati TLD è possibile farlo. Questi domini come ad esempio net, biz, info, etch possono essere utilizzati da qualsiasi nazione ed è possibile comunicare a google la lingua del dominio nel google webmaster.

Esempi di domini TLD e geolocalizzati
Esempi di domini TLD e geolocalizzati

Tra domini geolocalizzati e TLD c’è l’imbarazzo della scelta. Esistono TLD come ad esempio punto bar ideali appunto per un bar e simili.

domini TLD variSe utilizzate un dominio geolocalizzato come ad esempio uk o co.uk che è destinato ad un utilizzo in Inghilterra, è possibile comunque utilizzarlo anche per una lingua diversa come ad esempio l’italiano, come? Semplicemente utilizzando un CMS o comunque una programmazione del sito in Italiano, contenuti in Italiano e ricevere backlink in Italiano. I motori di ricerca sanno riconoscere ovviamente la lingua indipendentemente dal dominio. Il dominio Italiano punto it, può essere rinnovato soltanto annualmente mentre altri domini TLD e domini come il com, possono essere rinnovati anche per due, e oltre anni per volta. A mio avviso, il rinnovo per anni di un dominio, è un segno positivo per i motori di ricerca. Anche se non ho mai fatto test a riguardo, si dice in rete che un dominio rinnovato per 2, 5 o oltre più anni, è visto di buon occhio da google, mentre quelli che sono rinnovati annualmente molto meno perché possono essere utilizzati semplicemente per siti di bassa qualità o utilizzati semplicemente per fare spam.

La migliore estensione di dominio

Non c’è. O comunque non c’è un dominio meglio dell’altro, anche se si sente in rete che i domini EDU e GOV siano i migliori e i più ben visti dai motori di ricerca perché sono a tema educazionale o perché sono domini che tendono a migliorare molto nel posizionamento nel tempo. Le cose non stanno proprio così, in realtà, in termini di posizionamento, un dominio vale l’altro sempre in termini di SEO e di posizionamento, quello che conta sono i contenuti di alta qualità e la popolarità del sito che ottiene nel tempo. Un sito educazionale non deve avere necessariamente l’estensione EDU, basta anche un punto it. I domini EDU sono stati i primi a nascere e vedersi su internet, se non ricordo male, già erano presenti negli anni 80 ben 20 anni prima della nascita di google stesso. Sostanzialmente, i domini con estensione EDU sono educazionali e istituzionali riservati a scuole e università mentre i gov che sono anche essi considerati come autorevoli come gli edu sono riservati ai siti governativi o televisivi. Questo stesso sito, è il classico esempio di un sito edu geolocalizzato in grecia ma con contenuti e CMS in Italiano.

Dominio, sottodomini e Newtwork

Un dominio come ad esempio: www.miosito.it può avere dei sottodomini come ad esempio: mionome.miosito,it. I motori di ricerca possono vederli come due siti ben distinti nel senso che li considererà come due differenti siti che non hanno nulla a che fare l’un con l’altro. Da questo, si possono studiare metodi per creare un network di siti che diano link ad un sito principale. Realizzare un network di siti era una pratica molto utilizzata in passato. Utilizzando dei siti satellite che davano link ad un sito principale, si ottenevano molti benefici in termini di posizionamento ma ultimamente google, è capace di individuare e penalizzare i network che utilizzano questo metodo solo ed esclusivamente per la pratica SEO. Utilizzare un network di siti don dominio principale e sottodomini non è la stessa cosa di utilizzare un dominio principale e siti satelliti da altri siti con estensione diversa. Un network come nel primo caso, è facilmente rintracciabile dall’algoritmo di google e facilmente penalizzabile.

Se si vuole creare un Network che porti reali benefici al proprio sito principale, bisogna tenere in considerazione molte cose e preparare una strategia ben definita. Un network con un dominio principale e sottodomini può essere utilizzato anche semplicemente per estendere il proprio brand o per accaparrarsi il posizionamento migliore su determinate parole chiavi piuttosto competitive. Ogni sottodominio può avere un nome dominio a vostra scelta senza preoccuparvi che sia stato occupato da qualcuno. Se trattate cellulari con un ecommerce come ad esempio; cellulari.com potete realizzare sottodomini con parole chiavi competitive nel nome dominio come ad esempio:

  • assistenza.cellulari.com
  • nokia.cellulari.com
  • samsung.cellulari.com
  • riparazioni.cellulari.com
  • Etch..
  • Alcuni siti, utilizzano questi sottodomini nel menù utilizzando svariati siti magari con la stessa grafica e struttura. L’utente naviga tra i siti e non si accorge neanche che cambia in continuazione domini. Una pratica che può avere i suoi benefici ma attualmente molto rischiosa in termini di penalizzazione.

    L’anzianità di un dominio

    In assoluto la cosa più importante in un dominio è la sua anzianità. Più un dominio invecchia, e più prende valore. non tanto per il dominio in se stesso ma per lo “storico” che ha. Google è in grado di tener traccia per anni dello storico del vostro sito, cioè cosa tratta, quanto è stato e sarà autorevole, etch.. Una parte fondamentale dell’anzianità di un dominio è proprio l’anzianità dei backlink che ha ricevuto. Più un backlink è vecchio, maggiore sarà il suo impatto rispetto a link appena acquisiti. Si diceva, e magari un tempo era proprio così, che un dominio di oltre 10 anni, scala i risultati di ricerca di google molto velocemente rispetto ad uno nuovo. Ma questo, secondo molti test effettuati, non è del tutto vero, o comunque, dipende da molti fattori. Rimanendo sul discorso dell’anzianità di un dominio, il consiglio più spassionato che possiamo darvi è di non abbandonare mai il vostro dominio. Più passa il tempo e più acquista valore in termini di autorità.

    L'anzianità del dominio
    L’anzianità del dominio

    L’acquisto di un dominio anziano scaduto, è stata e lo è ancora oggi, una pratica molto usata dai SEO e dai webmaster. Sono nati in passato, siti per prenotare o acquistare domini scaduti o parcheggiati. L’acquisto di vecchi domini può essere una pratica molto veloce per ottenere un dominio di qualità e che scali la vetta delle classifiche molto velocemente ma bisogna considerare anche qui moltissimi aspetti per non incappare in domini che ci vengono venduti magari a cifre esorbitanti che in realtà non ci porteranno reali benefici in più in confronto ad un nuovo dominio acquistato. Bisogna analizzare bene e indagare bene sullo storico di questi domini per non incappare in spiacevoli sorprese come l’acquisto di un dominio penalizzato o che ha una parola chiave nel nome dominio che ci interessa ma che in passato ha trattato tutt’altro.

    Un aspetto importantissimo da tenere in considerazione nell’acquisto di un dominio scaduto, sono in assoluto i backlink, quelli determinano e fanno capire a google parecchie cose, più se ne ha da domini diversi di provenienza e meglio è. Più backlink anziani abbiamo e più il dominio avrà un impatto migliore nei risultati di ricerca di google per i nostri contenuti che ovviamente, dovranno essere necessariamente a tema. Inutile comprare un vecchio dominio autorevole che trattava scarpe per poi utilizzarlo per trattare frutta e verdura ad esempio. Il tema del dominio deve essere identico al vostro o perlomeno avvicinarsi molto.

    L’anzianità di un dominio è sicuramente uno dei fattori più importanti per essere considerati autorevoli agli occhi di un motore di ricerca. In rete, esistono siti per poter prenotare ed acquistare domini con una certa anzianità ma bisogna informarsi bene su alcune caratteristiche che un dominio dovrebbe avere prima di fare un acquisto che si potrebbe rivelare controproducente. Sono molti gli aspetti da tenere in considerazione per l’acquisto di un dominio scaduto. Alcuni SEO, ne sconsigliano completamente l’acquisto perché non è possibile prevedere il comportamento di un dominio scaduto con un certo storico alle spalle, vedere come si comporterà con un nuovo sistema di gestione e di inserimento dei contenuti.

    Anzianità di un dominio: Sfatiamo un mito

    Anzianità di un dominio

    L’anzianità di un dominio come detto prima è importante, ma non si deve puntare all’effettivo tempo di esistenza di un dominio ma analizzare e considerare il suo storico. Se un dominio che avete in intenzione di acquistare ha ben 10 anni ad esempio, bisogna tenere in considerazione prima di tutto se questo dominio che avete adocchiato ha avuto uno storico “onesto”, che non sia stato bannato dai motori di ricerca, penalizzato o considerato un sito spam. In secondo luogo, è ovvio che il dominio debba essere a tema con i contenuti che vorrete inserirgli. Per ultima cosa; i backlink. I backlink, come sappiamo, sono ancora fondamentali per il posizionamento del nostro sito web. Acquistare un dominio con una certa anzianità, non è detto che abbia backlink di qualità, a tema o di numero sufficiente. Per ipotesi, se un anzianità di un dominio è di 10 anni con 100 backlink di indubbia qualità e troviamo anche un dominio con 1000 backlink a tema da link autorevoli ma di soli 2 anni scarsi, quale sarà il migliore ? La risposta a questa domanda ci fa capire come la scelta di anzianità di un dominio andrebbe ponderata su molti fattori e non solo sul numero di anni. Anzianità di un dominio o un nuovo dominio?

    Nome dominio

    Come detto prima, la scelta di un dominio di “seconda mano” andrebbe ben ponderata prima di effettuare un acquisto magari da un asta di domini o dopo una prenotazione. Ultimamente, dopo gli ultimi aggiornamenti dell’algoritmo di google, secondo noi, la scelta di un dominio con anzianità con backlink di qualità potrebbe essere un buon acquisto per avere un sito che sia molto più veloce inizialmente a scalare la vetta dei risultati dei motori di ricerca, se, ovviamente come detto prima, la scelta è ben ponderata. Iniziare invece, con un nuovo dominio, potrebbe risultare molto più lento il dover posizionarsi bene sui motori di ricerca, ma sapremo di sicuro che storico ha il nostro sito e sapremo da dove arriveranno i backlink che acquisiremo nel corso del tempo. Teniamo in considerazione che un nuovo dominio, nel tempo, acquisisce anche lui un certo valore.

    dominio

    Anzianità di un dominio: Consigli

    Come moltissimi sanno, la parola chiave di interesse all’interno del nome dominio può essere un buon modo per posizionarsi bene con quella determinata parola chiave, ma non è fondamentale. Un buon andamento della struttura del sito nel tempo, l’acquisizione di backlink di qualità e contenuti di tutto rispetto, daranno sicuramente il successo dovuto al proprio sito web. C’è chi tiene ancora buono, in questi casi, il vecchio proverbio: “Chi va piano, va sano, e va lontano”, mentre un acquisto di un dominio scaduto, potrebbe avere ripercussioni devastanti se l’acquisto è stato fatto in maniera poco ponderata.

    Conclusioni e consigli sul dominio

    Secondo prove, test e notti insonne a fare prove di posizionamento su siti con domini anziani o nuovi, l’importante in assoluto per ottenere ottimi risultati in termini di posizionamento sono i contenuti di qualità. Non diventate pazzi per ottenere un dominio con le parole chiavi nel nome dominio se non potete, molti siti di successo utilizzano come nome dominio una sigla. Se avete una azienda che si chiama ad esempio; comet e tratta scarpe, non è assolutamente fondamentale trovare un dominio che si chiama scarpe.it anzi, molto meglio mantenere il proprio brand e mantenere il nome della vostra azienda o il nome del sito (comet.it in questo esempio). Fatevi consigliare e analizzate bene un dominio scaduto o anziano prima dell’acquisto, potrebbe essere una pratica sbagliata.

    Per qualsiasi commento o informazione sulla SEO, sui domini e sul posizionamento, vi invitiamo ad iscrivervi al nostro forum e di partecipare alla sezione: SEO

    Dominio: La giusta scelta
    Vota

Autore e realizzatore del sito Tech Universe, appassionato di tecnologia ed internet. Realizzo recensioni per hardware PC, software e guide di informatica e per internet in genere.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui