Cyber security: cos’è e perché è importante

Quando pensiamo alle potenzialità della Rete molto spesso non facciamo mente locale sui tanti pericoli che vi si annidano, soprattutto in tema di privacy e tutela dei dati personali. Quello della cyber security è un argomento che sta ricevendo una sempre maggiore attenzione, anche e soprattutto da parte delle aziende, proprio per l’aumento esponenziale dei pericoli online in tema di sicurezza delle informazioni.

Cyber security: cos’è e perché è importante

Cyber security

In sintesi, con il termine ‘cyber security’ si vuole fare riferimento a tutte quelle attività virtuose di prevenzione, monitoraggio e controllo che puntano a scongiurare gli attacchi hacker. Viviamo in un’epoca nella quale siamo sempre più abituati a dare del tu alle migliori tecnologie, pronte a supportarci in qualsiasi ambito e per lo svolgimento di ogni attività anche sul lavoro.

Cyber security

I vari processi stanno subendo una lenta e inarrestabile digitalizzazione, mentre l’uso sempre più capillare di strumenti elettronici all’avanguardia sta agevolando la creazione di veri e propri patrimoni informativi da tutelare. I rapporti moderni e imprenditoriali si basano sempre di più, infatti, sulla fiducia e sull’affidabilità: si tratta di criteri chiave, in grado di orientare in maniera assoluta le scelte degli utenti della rete, dei clienti e dei consumatori.

Pericoli per le grandi realtà aziendali e per i singoli utenti: come difendersi

Il mondo moderno è sempre più iperconnesso. Certo, ci sono molti vantaggi soprattutto legati alle possibilità di comunicare e di farlo senza confini geografici o barriere orarie. Ma ci sono anche pericoli, pronti a diventare anche ingenti, specie quando si tratta di realtà aziendali grandi e strutture lavorative complesse. Il continuo scambio e la costante ricezione di dati e informazioni mette a dura prova la sicurezza dei sistemi.

Ecco spiegata l’assoluta importanza della cyber security in quest’ottica di innovazione e protezione allo stesso tempo. Sì, perché gli attacchi hacker sono molto più comuni e diffusi di quanto in realtà si possa pensare. Dalle grandi aziende e le realtà imprenditoriali passando per banche e organizzazioni di governo: nessuno è immune al crimine digitale.

Le difficoltà e i pericoli, naturalmente, riguardano anche gli utenti singoli: basta un dispositivo elettronico connesso in rete con una scarsa protezione per aprire la porta all’hacker. Perdere i dati e le informazioni equivale a un danno pesante, un disagio da scongiurare in maniera assoluta e netta. Qualche consiglio evergreen?

Bisogna fare sempre attenzione alle password, avendo cura di non utilizzarne una identica per diversi servizi e profili. Alzate l’asticella dell’attenzione anche in merito ai social network. Scandagliate le impostazioni della privacy, per vedere le opzioni attive e chi può avere accesso a quali informazioni riservate.

Attacchi hacker, quali sono i pericoli e in che forma si presentano

Tra i pericoli più diffusi è possibile indicare i malware, ovvero quei software che riescono a insinuarsi negli apparecchi fissi o mobili con l’effetto di comprometterne il corretto utilizzo. Si sente spesso parlare, solo per fare degli esempi, di worm e trojan: ciascun malware ha un suo ben preciso scopo e un proprio funzionamento. Molto conosciuta e, per fortuna, combattuta è poi la tecnica cosiddetta del ‘phishing’. In pratica aprendo la casella di posta elettronica compaiono delle mail dal nome verosimile, contenenti link pericolosi pronti a chiedere dati personali per ricevere e rubare le nostre informazioni riservate.

Esistono poi, e sono molto diffusi, i furti di identità oppure ancora le truffe che vengono perpetrate via messaggio sul telefonino. E ancora gli attacchi MTM (acronimo di ‘Man in the middle’) che prevedono l’intervento di un hacker, il quale si intromette nello scambio di informazioni tra il dispositivo che stiamo utilizzando e un server. E’ chiaro che stare al passo con l’evoluzione dei cyber attacchi non è semplice.

Occhi puntati sulle aziende, chiamate a rispondere dal maggio 2018 alle indicazioni del GDPR (General Data Protection Regulation). L’ideale è rivolgersi a un team di esperti in cyber security come It Impresa, per strutturare la migliore strategia difensiva. Risolvere le difficoltà e comprendere in che modo tutelarsi dopo test ad hoc risulterà di importanza cruciale.

Le tecniche degli hacker sono, per loro essenza, strettamente connesse alle evoluzioni della Rete e della tecnologia di settore. Per rendere i rapporti digitali più sicuri a tutto tondo è inoltre necessario procedere a un’educazione ad hoc, che ponga al centro il tema della digital transformation.

Altri articoli e guide dal mondo di internet che ti potrebbero interessare:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto