Come spedire all’estero i prodotti del tuo e-commerce

L’export online dell’Italia sta finalmente decollando. È di quasi dieci miliardi il valore delle esportazioni e-commerce del 2017 e la crescita dovrebbe proseguire nei prossimi anni. Non solo i grandi retailer, ma anche i marketplace e gli e-commerce aziendali sono tra i protagonisti di questo trend. Questo significa che anche i venditori online di piccole e medie dimensioni venderanno di più all’estero.

Come spedire all’estero i prodotti del tuo e-commerce
Come spedire all’estero i prodotti del tuo e-commerce

Siti web multilingua e multi valuta, strategie di marketing su Facebook e social media sono solo una parte del successo di un e-commerce che decide di vendere all’estero. La logistica e le spedizioni internazionali sono tra gli elementi decisivi per vendere i tuoi prodotti in mercati diversi da quello italiano.

Vantaggi e svantaggi delle spedizioni internazionali

Se hai deciso di offrire le spedizioni internazionali in altri paesi e continenti, vuol dire che stai espandendo la tua base di clienti potenziali e questo potrebbe tradursi in maggiori ricavi per la tua attività. Questo si collega di norma a una maggiore visibilità internazionale dei tuoi prodotti, del tuo brand e a un passaparola positivo anche all’estero, soprattutto se il servizio di spedizione è all’altezza. Tra gli altri effetti positivi, ci sono anche opportunità di business, partnership e di esplorare e conoscere meglio nuovi mercati.

Vendere i propri prodotti all’estero non comporta solo vantaggi, ma anche qualche rischio. Le maggiori distanze richiedono costi di spedizione più elevati. Questo potrà tradursi, a seconda della politica che adotterai, in margini ridotti o in una minore competitività rispetto alle aziende locali, a causa dei maggiori costi di spedizione dei tuoi prodotti. In paesi al di fuori dell’Unione Europea, spedire all’estero significa essere soggetti a leggi diverse, alla burocrazia e alle tasse delle dogane.

Tutti questi aspetti non devono dissuaderti. Come dimostrano i dati dell’export online sono maggiori le opportunità rispetto ai rischi, per cui le spedizioni internazionali rappresentano un aspetto strategico in grado di portare la tua azienda ad espandersi su nuovi mercati e ad incrementare il fatturato.

La scelta dei prodotti e dei paesi

Non tutti i prodotti che hai in vendita sono buoni candidati per le esportazioni. I prodotti alimentari non confezionati sono tra questi: oltre alla necessità di un corriere specializzato nei prodotti freschi, devi tener conto delle leggi dei paesi in cui esporterai la tua merce. Più in generale, viste le complicazioni che possono nascere con l’export, è meglio puntare su prodotti non deperibili, relativamente piccoli, leggeri, e facili da imballare e spedire. Tutto questo ti consentirà di abbattere i costi e di facilitare le operazioni.

Oltre ai prodotti alimentari e deperibili, ogni paese ha le sue limitazioni sulle importazioni. È importante conoscerle a fondo prima di affacciarsi su qualsiasi mercato. Se è la prima volta che decidi di spedire all’estero i tuoi prodotti, potresti scegliere ad esempio di allargare il tuo business solo a uno o due paesi e poi mano a mano espanderti anche su altri mercati. Il primo passo potrebbe essere quelli di concentrare le tue spedizioni internazionali ai soli paesi dell’Unione Europea.

In questo caso sui tuoi pacchi dovrai allegare solo la lettera di vettura, mentre non servono documenti per lo sdoganamento. Per le consegne nei paesi extraeuropei sono invece necessarie anche una fattura commerciale e una dichiarazione di esportazione, visto che la tua merce dovrà passare attraverso la dogana italiana (in uscita) e la dogana del paese di destinazione.

I corrieri espressi per le spedizioni internazionali

È importante affidarsi a un corriere espresso in grado di garantire spedizioni economiche e rapide nei paesi di destinazione. Di norma gli operatori internazionali offrono tariffe più competitive, in quanto dotati di un maggior numero di hub e filiali, cui spesso gli operatori italiani si affidano in caso di spedizioni all’estero. UPS, TNT e Starpack sono tra i principali operatori internazionali presenti in Italia, ma anche Poste Italiane, SDA, Nexive e BRT permettono di inviare pacchi all’estero. BRT ad esempio offre il servizio DPD: spedizioni internazionali monocollo particolarmente economiche per i pacchi leggeri e di piccole dimensioni.

Un’ottima soluzione per la scelta del corriere più economico o rapido è data dalle piattaforme online come Packlink, che compara le tariffe dei principali corrieri italiani e internazionali che operano nel nostro paese. È sufficiente inserire dimensioni e peso del pacco e i dati della spedizione (data e luogo di partenza e arrivo) per avere un preventivo immediato. I costi delle spedizioni internazionali su Packlink sono inoltre scontati rispetto alle tariffe standard dei corrieri espressi e il servizio è acquistabile direttamente online. Si tratta di una facilitazione importante per privati e aziende che devono spedire all’estero, con in più la possibilità di monitorare lo stato di consegna del pacco.

Tracking e assicurazione

Il tracciamento del pacco e la sua assicurazione possono comportare un aumento significativo dei costi nelle spedizioni internazionali. Meglio non cadere nella tentazione del risparmio a tutti i costi: gli smarrimenti nelle consegne all’estero sono più frequenti, visto che può essere previsto il trasferimento della merce da un vettore all’altro. Per limitare i costi potresti scegliere ad esempio di rendere opzionale il tracciamento della merce, oppure di avere un margine leggermente superiore nella vendita di ciascun prodotto. In ogni caso non lasciarti scoraggiare dalle spese di consegna: se i tuoi prodotti sono veramente unici e amati dai tuoi fan, questi saranno disposti a pagare prezzi di consegna leggermente più alti.

Conclusioni

Vendere i propri prodotti all’estero con le spedizioni internazionali comporta vantaggi, svantaggi e sicuramente un investimento in termini di tempo, risorse ed energia. Gli ostacoli da superare possono sembrare insormontabili, ma in realtà i corrieri espressi e le piattaforme di comparazione e spedizione offrono servizi di assistenza in grado di semplificare le spedizioni all’estero. Se farai tutto in maniera corretta, vedrai presto buoni riscontri e il tuo investimento sarà ripagato. L’importante è mantenere una mente aperta e aggiornarsi continuamente sulle normative e le opportunità per vendere all’estero, semplificare e abbassare i costi delle spedizioni internazionali.

Come spedire all’estero i prodotti del tuo e-commerce
Vota questo articolo

Autore e amministratore del sito Tech Universe, appassionato di tecnologia e internet. Recensioni hardware PC, software e guide d’informatica e internet in genere.