Come scegliere i migliori purificatori d’aria

L’acquisto di un purificatore d’aria può essere un compito arduo se non ci intendiamo di questa tipologia di dispositivi per la casa o per l’ufficio. Quindi, come scegliere i migliori purificatori d’aria? La prima cosa che bisogna sapere è cos’è un purificatore d’aria e a cosa serve. Un purificatore d’aria è un dispositivo in grado di rimuovere i contaminanti e le sostanze inquinanti dall’aria in un locale. Possono essere dispositivi piccoli, autonomi o sistemi più grandi e complessi.

Perché acquistare un purificatore d’aria

La qualità dell’aria che respiriamo mentre viviamo in casa, lavoriamo, giochiamo e dormiamo è importantissima per la nostra salute. Questi dispositivi possono aiutare a mantenere in salute il nostro sistema immunitario, anche se già compromesso da asma, allergie e altre condizioni di salute. Un purificatore aria aiuta contro le allergie, riduce i fattori scatenanti di allergie da polline, polvere e molto altro ancora. Previene inoltre l’accumulo di polvere e riduce i lavori domestici necessari per l’igiene di casa.

Purificatori d'aria
Purificatori d’aria

Non solo, aiuta a prevenire muffe e funghi in casa, elimina gli odori sgradevoli, riduce la presenza di peli di animali domestici nell’aria e rimuove fumo e altri gas anche nocivi nell’aria. Esistono diversi tipi di purificatori d’aria sul mercato tutti con filtri che catturano le particelle volatili di grandi dimensioni tra cui polvere e peli di animali domestici.

La condizione del filtro deve essere controllata regolarmente e può richiedere la spolveratura o l’aspirazione del filtro stesso. I filtri HEPA invece, sono costituiti da strati di fibre che servono per intrappolare le particelle a seconda della classe del filtro. Esistono anche i purificatori d’aria con filtrazione al carbonio che è un materiale che elimina gli odori, i vapori e i gas sgradevoli.

Il carbonio è un derivato del carbone che è in grado di assorbire odori e gas mentre la filtrazione ionica è un processo che funziona inviando ioni caricati elettricamente nell’aria. Questi ioni si legano a qualsiasi impurità potenzialmente dannosa. Le particelle, diventano pesanti per galleggiare nell’aria e cadono a terra per essere aspirate.

In fine, ci sono i purificatori d’aria con filtro catalizzatore che assorbono e decompongono la formaldeide nell’aria e le minuscole particelle di polveri fluttuanti. Aiutano anche nella rimozione di altri gas nocivi come il benzene e l’ammoniaca dall’aria.

Come scegliere un purificatore d’aria

Utilizzare un purificatore d’aria offre dei significativi benefici per la salute come ad esempio contro l’asma, le allergie del pelo degli animali domestici, eliminano le muffe e i batteri. Quando scegliamo un purificatore d’aria per la nostra casa, bisogna pensare a quante stanze vogliamo purificare e alle dimensioni di queste stanze. È necessario misurare le dimensioni delle stanze determinandone la metratura. A questo punto, è necessario iniziare a valutare i diversi depuratori d’aria presenti sul mercato e la metratura che sono in grado di gestire.

Acquistare un purificatore d’aria può essere una buona idea per la propria famiglia e soprattutto per chi soffre di asma o allergie. Dobbiamo poter abbinare il nostro purificatore d’aria alle dimensioni di casa nostra prima di scegliere il modello giusto per le nostre esigenze. Un altra questione da considerare sono le sue funzionalità insieme alle dimensioni e la sua classificazione.

Un purificatore d’aria perfetto per le nostre esigenze deve avere un indicatore di sostituzione del filtro. Se si utilizza un purificatore d’aria che utilizza qualsiasi tipo di filtro fisico, sarà necessario cambiarlo o pulirlo regolarmente per farlo funzionare al suo massimo potenziale. Un indicatore di cambio filtro consente di sapere esattamente quando è il momento di rimuoverlo.

Altre caratteristiche di un purificatore d’aria

Un altra caratteristica molto importante di un purificatore d’aria è la velocità della o delle ventola. La loro velocità controlla il purificatore d’aria stesso, consente di regolare con precisione il suo funzionamento per adattarsi al meglio alle varie condizioni. Inoltre, un ottimo purificatore d’aria deve avere dei prefiltri che catturano le particelle più grandi dall’aria prima che entrino nel filtro principale, prolungandone la durata.

Un sistema di prefiltri consente al filtro principale di funzionare meglio per catturare la polvere, il polline e i peli di animali domestici. Un altra ottima caratteristica che dovrebbe avere un purificatore d’aria è una luce ultravioletta utilizzata in modo efficace per pulire l’aria. Quando l’aria di casa passa nei depuratori, viene esposta a questa luce UV che distruggono gli agenti patogeni impedendo di far ammalare le persone.

Anche un sensore di qualità dell’aria è molto importante che nei modelli di fascia bassa non monitorano precisamente la qualità dell’aria o è del tutto assente. Serve per determinare come e quando funzionare monitorando costantemente l’ambiente per rilevare la presenza di particelle e tossine nocive. Ad esempio, se rileva un livello elevato di particelle, accelererà la velocità delle ventole e tornerà alla normalità una volta risolto il problema.

Altri articoli, guide e recensioni per la casa Hi-Tech che ti potrebbero interessare:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto