Come funziona Google

Come funziona Google? Tutti conoscono il noto motore di ricerca numero uno al mondo, ma non tutti ne conoscono la storia. Quello che è iniziato come un semplice progetto di due studenti della Stanford University parecchi anni fa, è ora una delle aziende più influenti al mondo. La storia di Google è iniziata alla fine degli anni novanta come un progetto di ricerca guidato da due studenti dove inizialmente, l’obiettivo era solo quello di creare un motore di ricerca efficiente.

Come funziona Google

Come funziona Google

Questo motore di ricerca doveva fornire agli utenti delle risposte alle richieste di ricerca. La ricerca è ancora oggi lo scopo principale di Google. Questa società offre attualmente servizi e beni che vanno dall’archiviazione, alle email fino a software per la produttività. Inoltre, anche browser per la navigazione su Internet (Chrome) e un sistema operativo per dispositivi mobile (Android).

Come dice Wikipedia:

Google LLC è un’azienda statunitense che offre servizi online, con quartier generale a Mountain View in California, nel cosiddetto Googleplex.

  • CEO: Sundar Pichai (2 ott 2015–) In risalto
  • Fondazione: 4 settembre 1998, Menlo Park, California, Stati Uniti
  • Sede: Mountain View, California, Stati Uniti
  • Fatturato: 89,46 miliardi USD (31 dicembre 2016)

Come funziona Google: L’azienda

Da quando è nato, Google si è evoluto da quell’impresa ideata da due sole persone fino a diventare una società multimilionaria diventando una delle più grandi aziende del mondo. Il noto motore di ricerca Google è il sito più visitato sul Web, rendendo innegabile l’influenza dell’azienda sul commercio e sulla cultura mondiale. Praticamente ogni webmaster desidera che il proprio sito web sia collocato in alto nei risultati dei motori di ricerca.

Ufficio di Google a Toronto

Come funziona Google: Ufficio di Google a Toronto

Foto di Sikander Iqbal, CC BY-SA 4.0, Link

Ogni ricerca che si effettua su Google, il motore di ricerca mostra delle pagine. Questi risultati di ricerca per parole chiavi si chiamano SERP. Essere presenti con il proprio sito web nei primi risultati di Google vuol dire quasi sempre più traffico. Con l’aumentare della popolarità e degli introiti, Google ha acquisito altre società su Internet. Queste società vanno dai servizi di blog a YouTube.

La tecnologia di ricerca dell’azienda ha persino alimentato i motori di ricerca delle aziende rivali. Ad esempio Yahoo, che ha fatto affidamento sulle ricerche di Google per quasi quattro anni fino a sviluppare le proprie tecnologie di motore di ricerca.

Quindi, come funziona Google?

Come funziona Google non è un segreto. Quando digitiamo delle parole nel motore di ricerca (Query), Google le analizza e le utilizza per capire l’intento della ricerca. Grazie a moltissimi algoritmi, il motore di ricerca comprende il nostro linguaggio naturale, inclusi i sinonimi e riesce ad analizzare le parole chiave con molteplici significati. Le correzioni ortografiche fanno parte di ciò che rende Google uno strumento eccezionale.

Query

Come funziona Google – Le Query

In passato, una query errata restituiva una serie di risultati errati. Recentemente, Google ha deciso di migliorare la ricerca implementando la correzione ortografica per ciò che ritiene corretto. Con questi algoritmi, Google può mostrare una serie di risultati scritti correttamente. Gli algoritmi di Google sono tantissimi e complessi, vengono aggiornati di continuo.

Sono sostanzialmente un insieme di regole per risolvere un problema in un numero finito di passaggi. Nel linguaggio dei computer, un algoritmo pone le basi affinché il computer esegua un compito molto specifico. Si tratta di un’attività che ha un punto iniziale e finale impostati. Google non ha mai reso noti come funzionano esattamente i suoi algoritmi di ricerca.

Motore di ricerca Google

Google è stato fondato ufficialmente il 4 settembre del 1998, da allora, ha avuto molti cambiamenti ma il suo scopo principale è sempre lo stesso; aiutare gli utenti a trovare ciò che vogliono su Internet. I fondatori di Google sono sempre stati dell’idea di creare una ricerca per gli utenti, perché le persone devono trovare le informazioni che gli servono nella vita. Questo motore di ricerca vuole quindi dare sempre risposte, condividere esperienze e aiutare ad affrontare la vita in modo più efficace.

Il motore di ricerca di Google è uno strumento potente, ma Internet è immenso. A volte è difficile trovare quello che si sta cercando. Il continuo lavoro dell’azienda ha lo scopo di procurare ciò che cerchiamo e di capire cosa vogliamo. Per questo motivo, con il passare del tempo il motore di ricerca Google ha subito delle evoluzioni incorporando nelle ricerche sempre più precise tecnologie come l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale.

Queste tecnologie sono state incorporate nel motore di ricerca già da anni ma continua ad evolversi ancora oggi. Sono state aggiunte ad esempio la correzione ortografica, i sinonimi di ricerca e la ricerca universale che offre agli utenti non solo le pagine Web che potrebbero cercare, ma anche foto, video e molto altro ancora.

Algoritmo Google

Come tutti i motori di ricerca, Google utilizza un algoritmo speciale per determinare i risultati della ricerca. Però, l’azienda non condivide alcuni fatti relativi al suo algoritmo, i dettagli sono un segreto aziendale. Questo aiuta Google a rimanere competitivo con altri motori di ricerca e riduce la possibilità che qualcuno scopra come abusare del sistema. Google utilizza programmi automatici chiamati spider o crawler, proprio come la maggior parte degli altri motori di ricerca per aiutare a generare i suoi risultati di ricerca.

Quando l’algoritmo di Google “legge” una pagina web, gli assegna un valore numerico. Questo valore viene aggiunto al risultato finale. Pertanto, la pagina Web che presenta i tratti più desiderabili dalla ricerca di un utente, salirà in cima alle classifiche dei risultati della ricerca (Serp) perché l’algoritmo gli attribuisce maggiore importanza. Questi calcoli da parte di Google vengono condotti in modo incredibilmente rapido e le classifiche possono variare mentre gli sviluppatori aggiornano gli algoritmi che contribuiscono al posizionamento delle pagine Web.

Pertanto, le classifiche assegnate dagli algoritmi di Google sono fluide. Una pagina che si classifica al terzo posto per una parola chiave può salire al primo o al decimo posto in quanto i contenuti sulle altre pagine web nei risultati cambiano. Di solito, i primi posti sono occupati da aziende che eseguono l’ottimizzazione dei motori di ricerca da parte di SEO. Di seguito, un esempio di un nostro articolo: Aggiornamento dell’algoritmo di Google Agosto 2018,

Servizi Google

Uno dei servizi più noti offerti da Google è la Gmail. Un programma di posta elettronica gratuito. Con la crescita di Google, l’azienda ha aggiunto diversi nuovi servizi. Alcuni sono progettati per rendere le ricerche Web più efficienti e pertinenti, mentre altri sembrano avere poco in comune con la ricerca. Con molti dei suoi servizi, Google ha fatto concorrenza ad altre società.

Google Chrome su dispositivi mobile

Come funziona Google: Browser Chrome su dispositivi mobile

Il servizio di posta elettronica Gmail inizialmente era limitato a un numero di utenti ristretto che potevano creare account. Il primo gruppo di utenti poteva invitare un numero limitato di persone a partecipare, ma oggi, chiunque può registrarsi per un account Gmail gratuito. Un altro servizio gratuito di Google è Google Docs, una suite di software per la produttività.

Con questa suite possiamo elaborare testi e fogli di calcolo. Come con Gmail, la creazione di un account Google Docs è completamente gratuita. Si possono condividere documenti e consente agli amici di visualizzare e apportare modifiche ai nostri documenti. Tutti i fogli di calcolo e gli altri documenti sono archiviati sui server di Google.

In questo modo, si possono condividere e si possono modificare ovunque ci sia una connessione ad Internet. Tra gli altri prodotti di Google più popolari, abbiamo Google Maps e il browser per Internet Chrome. Google Maps utilizza diverse fonti di mappe, nonché i dati satellitari per creare delle mappe interattive.

Milioni di persone al mondo utilizzano Google Maps sui loro smartphone ogni giorno per le indicazioni stradali. Google Maps ha diverse modalità di visualizzazione. La “vista mappa” è una mappa stradale di base, la “vista satellitare” si sovrappone a una mappa stradale in cima alle foto satellitari scalabili della regione.

La modalità “Street View” è disponibile in molti luoghi per visualizzare le immagini scattate dal livello della strada. Si può navigare attraverso un luogo con Street View facendo click sulle frecce nell’immagine e ruotare la vista di 360 gradi. Si può anche utilizzare Google Maps come un motore di ricerca per trovare un’attività commerciali online.

Un prodotto correlato a Google Maps è Google Earth, un globo digitale interattivo che presenta immagini satellitari, viste 3D, e informazioni su milioni di luoghi in tutto il pianeta.

Altri servizi e prodotti di Google

Oltre ad altri servizi, Google ha rilasciato nel 2008 un suo browser per la navigazione su Internet; Chrome. Questo browser è diventato rapidamente nel tempo il più utilizzato. Nel 2007, Google aveva rilasciato un sistema operativo per dispositivi mobile; Android. In questo sistema operativo sono stati integrati anche altri servizi di Google; Chrome e Google Maps.

Sempre nello stesso anno, nel 2007, Google ha acquisito il sito di condivisione di video YouTube, che è attualmente il secondo sito più visitato e popolare al mondo. Oltre a servizi online e software, Google ha anche realizzato dei suoi dispositivi con il loro proprio hardware. Tra questi, smartphone, computer portatili e dispositivi “intelligenti” che si collegano ad Internet.

Come guadagna Google

Questa azienda genera enormi entrate in svariati modi come ad esempio con il servizio a pagamento Google Ads. Oltre a questi servizi però, genera entrate anche con investimenti ​o dalla vendita delle azioni dei suoi stessi titoli. Il modo principale in cui Google genera le proprie entrate è attraverso i servizi pubblicitari come Ads e AdSense.

Con Ads, gli inserzionisti inviano annunci a Google che li include in un elenco di parole chiave relative a un prodotto, servizio o attività commerciale. Quando un utente di Google cerca nel Web utilizzando una o più di queste parole chiave, l’annuncio viene visualizzato nella SERP in una barra laterale.

L’inserzionista paga Google ogni volta che un utente fa click sull’annuncio e viene indirizzato verso il sito dell’inserzionista. AdSense è molto simile, tranne per il fatto che invece di visualizzare annunci su una SERP di Google, un webmaster può scegliere di integrare annunci pubblicitari sul suo sito.

Con questi annunci, gli spider di Google eseguono una scansione del sito che li ospita e ne analizzano il contenuto. Quindi, Google seleziona gli annunci che contengono parole chiave pertinenti al sito del webmaster. Ogni volta che un visitatore del sito fa click su uno di questi annunci, il proprietario del sito e Google ricevono una parte delle entrate pubblicitarie.

Quindi, con Google AdSense, vengono forniti agli inserzionisti posizionamenti degli annunci direttamente indirizzati agli utenti con maggiori probabilità di acquisto dei loro prodotti o servizi. Il servizio di Google AdSense inizialmente era solo per i siti desktop, ma dal 2007 è stato reso disponibile anche per tutti i dispositivi mobile.

Pubblicità di Google

Sostanzialmente, Google genera la maggior parte dei suoi guadagni dalla pubblicità online. Oltre ai banner pubblicitari, questa società si dedica anche alla vendita di sue applicazioni e da altri introiti dagli acquisti che vengono effettuati dalle app. Si occupa anche di prodotti per i contenuti digitali e di tariffe di licenze e servizi vari.

Le pubblicità di Google possono essere inserite quindi anche su siti Web di terze parti grazie ad un programma che consente agli inserzionisti di visualizzare i propri annunci nella rete (Google Adsense). Questo programma funziona con un sistema di costo per click. Un servizio di affiliati che consente di visualizzare pubblicità sul proprio o su altri siti Web.

Google data center

Per un sito come Google, servono molti server potentissimi. E infatti, ne possiede a milioni dislocati in tutto il mondo. Tutti questi server forniscono i servizi per la ricerca su Internet e l’archiviazione dei dati degli utenti storage per gli utenti. Attualmente, Google utilizza più di due milioni di server personali e una dozzina di data center in tutto il mondo per i suoi prodotti e servizi.

La strategia di Google è di progettare server eliminando l’hardware o il software non necessario, in modo da limitare potenziali problemi e vulnerabilità della sicurezza. Sui milioni di server di Google vengono effettuati giornalmente altrettanti milioni di backup per mantenere in sicurezza i dati degli utenti.

Un sistema di backup che aumenta inoltre la sicurezza da eventuali casi di violazioni, attacchi hacker o guasti. I server di indicizzazione memorizzano gli indici e i risultati di ricerca di miliardi di siti web di tutto il mondo. Esistono anche alcuni server di Google che hanno il solo scopo di memorizzare riepiloghi di ricerca, informazioni utente, file di Gmail e altri documenti.

La maggior parte dei data center di Google sono collocati in America, in Asia e in Europa. Fino ad oggi, non esistono informazioni precise sul numero numero effettivo dei server di Google ma si stima che siano circa due milioni e mezzo.

Altri articoli e guide che riguardano il noto motore di ricerca Google:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto