Come creare un’applicazione

Se vuoi sapere come creare un’applicazione, questa guida ti darà dei consigli utili su come crearla da zero. Prima di iniziare a creare un’app, è fondamentale sapere perché è necessario svilupparla soprattutto per dispositivi mobili e come può aiutare la nostra attività a crescere. Secondo le ricerche di mercato, il numero di utenti possessori di smartphone nel mondo oggi supera i tre miliardi e si prevede che crescerà di continuo nei prossimi anni.

Come creare un applicazione
Come creare un’applicazione

Questa enorme base di utenti crea molte opportunità per le imprese. Non importa se siamo una piccola o una media impresa, le app mobili sono essenziali. Il processo di sviluppo di un applicazione non è così complicato come si può pensare. Vediamo come creare un’app da zero e rilasciarla nell’app store.

Come creare un’applicazione? Partiamo da un idea

L’idea giusta è il primo passo verso la creazione della nostra applicazione mobile. Decidiamo fin da subito la piattaforma di lancio, una decisione fondamentale da prendere per sviluppare la nostra applicazione. Dobbiamo decidere per quale piattaforma crearla; che sia Android o iOS. Pensiamo alla piattaforma utilizzata dai potenziali utenti perché il processo di progettazione e sviluppo può variare a seconda della piattaforma mobile scelta.

Non dobbiamo assolutamente avviare un processo di realizzazione di un’applicazione alla cieca senza prima fare delle ricerche di mercato in base all’ambito del nostro prodotto. Teniamo presente che la nostra idea non dovrà essere simile a un’applicazione già esistente. Per saperlo, basta dare un’occhiata ai concorrenti che hanno avuto successo con la loro applicazione e cerchiamo di scoprire quali sono le possibilità di miglioramento dei nostri prodotti.

Tutto questo, indipendentemente dal fatto che il nostro obiettivo dovrà essere sempre di migliorare l’esperienza del cliente o migliorare le prestazioni aziendali. Definiamo quindi quali saranno gli obiettivi aziendali in modo da poter migliorare le vendite.

Come creare un’App

Ora, è il momento di ottenere un Wireframeper l’applicazione. Il wireframe è una guida visiva che rappresenta la struttura scheletrica di un’applicazione. Aiuta a testare la funzionalità di un app prima di progettarla e svilupparla. Fondamentalmente, è uno schizzo approssimativo della nostra idea con testo fittizio, che aiuta a capire come funzionerà e come apparirà la nostra applicazione agli utenti finali.

Prima di avviare il processo di sviluppo, è importante utilizzare un Wireframe, altrimenti, rischiamo di perdere tempo e denaro dovendo sviluppare nuovamente il progetto da capo. Tutte le migliori aziende di sviluppo di applicazioni utilizzano un software per i test e per condividere ciò che apprendono con tutti i membri del team per assicurarsi che l’app faccia ciò che intendono fare.

La mappatura del percorso dell’utente è la parte più importante di tutto il processo di sviluppo. I percorsi degli utenti devono essere mappati in modo da essere chiari in tutte le loro azioni che gli utenti intraprenderanno utilizzando la nostra app. Utilizzeremo questa mappa per creare l’interfaccia utente.

Un utente può avere uno o più percorsi nell’applicazione mappando tutti i suoi possibili viaggi. Passiamo quindi a un prototipo di App che sarà un’interfaccia utente funzionale che ci consentirà di testare il percorso dell’utente senza sviluppare la nostra applicazione.

Costruttore di App

Una volta scelta la piattaforma, è il momento di finalizzare con un software per la creazione di App (costruttore). Esistono numerosi costruttori di App online con cui possiamo semplicemente iniziare a creare la nostra app nativa senza codificare. Questi costruttori per la creazione di app consentono di creare la nostra idea offrendo anche un supporto per lo sviluppo a un costo marginale. Di seguito, una lista di costruttori di App. Per trovarli, basta copiare da qui il nome e cercare su un motore di ricerca come Google.

  • GoodBarber
  • Siberian CMS
  • Swiftic (Como)
  • ShoutEm
  • AppYourself
  • AppsBuilder (Italiano)
  • Mobincube
  • MobAppCreator
  • Mobile Roadie
  • AppMachine

Test e pubblicazione App

Quando la nostra App sarà pronta, prima di pubblicarla su Google Play Store o Apple App Store, dovrebbe essere prima testata da utenti reali. Per farlo, rendiamo il file eseguibile, condividiamolo con i tester e raccogliamo i feedback degli utenti per capire cosa migliorare. In questo modo, possiamo trovare eventuali bug all’interno dell’applicazione e potremo assicurarci che funzioni bene su tutti i dispositivi.

Per la pubblicazione negli app store, è necessario inviare alcuni contenuti come il titolo dell’app, la descrizione dell’app, la pagina dell’informativa sulla privacy, un email e così via. Per incentivare gli utenti a scaricare la nostra App, è consigliabile fare dei buoni screenshot e video di revisione dell’applicazione in modo da rendere subito l’idea dell’interfaccia dell’app e delle sue funzionalità.

Per la pubblicazione, bisogna creare un account sull’app store che abbiamo scelto. Ne esistono vari, ad esempio:

  • Google Play Store per Android
  • App Store di Apple per iOS
  • Amazon AppStore
  • GetJar

Basta fare un account sull’app store che abbiamo scelto ed effettuare il pagamento per poi pubblicare la nostra App. Durante la pubblicazione, possiamo eseguire un’ottimizzazione dell’app per parole chiave, titoli e descrizioni.

Come creare un’applicazione: Conclusioni

Se proprio non vogliamo svilupparne una, non ci rimane che rivolgerci a un’agenzia di sviluppo di Applicazioni, ma quando assumiamo un’agenzia di sviluppatori, le tariffe possono variare da un’agenzia all’altra. Esistono anche dei liberi professionisti che potrebbero essere una valida alternativa a un’agenzia di sviluppo. Ma in questo caso, possono esserci alcuni pro e contro nel far sviluppare la nostra App da uno sviluppatore freelance.

Possono offrirti i loro servizi a basso costo ma non c’è alcuna garanzia delle loro capacità. Ricordiamoci inoltre che codificare un App potrebbe richiedere molto tempo. Se la sviluppiamo da soli, è sicuramente la soluzione migliore in assoluto. Non avremo alcuna dipendenza dagli altri e potremo aggiungere o modificare la nostra applicazione ogni volta che vogliamo.

Altri articoli e recensioni dal mondo della Tecnologia che ti potrebbero interessare:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto