Che cosa c’era prima del Big Bang?

Almeno una volta nella vita ci saremo posti questa domanda; Che cosa c’era prima del Big Bang? In questo articolo vedremo che cosa ne pensava il fisico britannico Stephen Hawking deceduto nel marzo del 2018 e altre interessanti teorie.

Che cosa c’era prima del Big Bang? La risposta di Stephen Hawking

La domanda “Che cosa c’era prima del Big Bang?” è una questione che ha almeno una volta nella vita incuriosito la maggior parte delle persone. La stessa domanda, è stata posta anche a Stephen Hawking. Questo noto fisico era anche un cosmologo, un matematico e un astrofisico. La sua risposta a questa domanda è stata però molto semplice; nulla.

Che cosa c’era prima del Big Bang

Che cosa c’era prima del Big Bang?

Secondo lui, non si può parlare di un “Prima” perché circa 13,8 miliardi di anni fa, non esisteva nemmeno il tempo come lo conosciamo noi. Secondo Stephen Hawking, gli eventi che sono avvenuti prima del Big Bang non esistono perché non hanno conseguenze osservazionali. Il tempo, come lo conosciamo noi, è semplicemente iniziato con il Big Bang.

Questa è la risposta che potrebbe essere la più logica alla domanda “Che cosa c’era prima del Big Bang?” ma esiste anche una teoria che comunque non ha nessuna spiegazione scientifica ma è davvero molto interessante. Vediamola di seguito:

Che cosa c’era prima del Big Bang? Un altro universo

Sembra farsi strada una teoria che di certo non ha nessuna fondamenta scientifica ma che risulta essere davvero molto interessante e anche molto affascinante. Prima del Bing Bang c’era semplicemente un’altro universo. Molti pensano che l’universo sia equilibrio o rinnovamento, altri invece, pensano che sia semplicemente un evento ciclico.

Come per tutto, c’è una fine, e anche l’universo sembra non essere esente da questo fatto. L’universo prima o poi finirà e al suo posto, se arriverà un altro. Questo evento sembra verificarsi circa ogni un trilione di anni. E ‘molto affascinante pensare che il nostro universo sia “ogni tanto” rinnovato.

Sicuramente, ogni volta che si riforma l’universo esistono le condizioni per la vita su almeno un pianeta. Quindi, è molto probabile che ciclicamente esiste un pianeta con delle forme di vita, magari delle “versioni di noi stessi”. Si tratta di una teoria che ribadisco, non ha nulla di scientifico, ma è davvero molto interessante.

Perché questa teoria non ha basi scientifiche

Forse, c’era qualcos’altro prima del Big Bang, quindi, non è stato l’inizio del tempo, ma piuttosto è stato un momento di simmetria. In questa idea, prima del Big Bang, c’era un altro universo. I sostenitori di questa teoria suggeriscono anche di altre proprietà completamente diverse del precedente universo.

Una teoria che sostiene che il Big Bang non è stato l’inizio di tutto, ma piuttosto un momento nel tempo in cui l’universo è passato da un periodo di contrazione a un periodo di espansione. Questa nozione suggerisce che potrebbero esserci infiniti Big Bang man mano che l’universo si espande.

Il problema con queste idee, è che non vi è alcuna spiegazione del perché o di come un universo in espansione dovrebbe contrarsi e tornare a uno stato di bassa entropia. Questa teoria suona molto di “improbabile”, e infatti lo è, perché gli scienziati non hanno ancora oggi un modo di poter guardare all’istante del Big Bang, tanto meno ciò che è accaduto prima.

Il rilevamento di onde gravitazionali da potenti collisioni galattiche avvenute nel 2015, hanno aperto nuove possibilità che queste onde possano essere utilizzate per risolvere misteri fondamentali sull’espansione dell’universo.

Altri articoli che riguardano l’astronomia e l’universo che ti potrebbero interessare:

Vota

Fai clic su una stella per votare

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto