Home > SEO > Aggiornamento algoritmo di Google Maggio 2015 [Quality Update]

Aggiornamento algoritmo di Google Maggio 2015 [Quality Update]

Aggiornamento algoritmo di Google Maggio 2015: Quality Update. Sicuramente, molti webmaster e SEO si saranno accorti di uno scossone nella serp (Risultati motore di ricerca). Questo scossone è dovuto a un copioso aggiornamento dell’algoritmo. L’annuncio è stato divulgato da qui. Un aggiornamento di cui ancora nessuno sa precisamente come lavora e chi andrà precisamente a colpire, ma una cosa è certa; questo algoritmo non è stato aggiunto, ma è proprio un aggiornamento copioso dell’algoritmo base di Google.

Algoritmo di Google: Quality update

L’aggiornamento dell’algoritmo di Google è completamente incentrato a capire e a dare una sorta di “voto” non a un singolo contenuto in una nostra pagina web, ma da un valore complessivo all’intero sito e alla qualità complessiva dei nostri contenuti. Questa volta, siamo di fronte ad un aggiornamento di algoritmo che valorizzerà l’intero contest del nostro sito. Se abbiamo sempre inserito sui nostri siti o blog, contenuti unici ma scadenti, questo algoritmo colpirà non solo i contenuti in questione ma anche l’intero sito dandogli un etichetta di “sito con contenuti scadenti” e quindi lo farà precipitare in serp per delle determinate parole chiavi. Come mettersi alla pari ed evitare di essere colpiti da penalizzazioni provenienti da questo nuovo aggiornamento ? Nessuno lo sa per ora. Ma si sa per certo che i contenuti del nostro sito sono presi di mira.

Ultimamente ci sono stati parecchi aggiornamenti dell’algoritmo di Google, come ad esempio:

  • Aggiornamento algoritmo di Google Hummingbird
  • Aggiornamento algoritmo di Google Panda
  • Aggiornamento algoritmo di Google Penguin
  • Aggiornamento algoritmo di Google sui mobile friendly di fine Aprile 2015
  • Aggiornamento algoritmo di Google update di inizio Maggio 2015

Google continua ad aggiornare il suo algoritmo per contrastare scoraggiare lo spam e per migliorare al massimo la qualità dei risultati di ricerca del suo motore. Non bisogna scoraggiarsi e pensare che si fa prima ad avere magari una pagina su Facebook da gestire invece che un sito web, perché se si curano i propri contenuti ed aggiungendone spesso di nuovi sempre di qualità, non ci sarà mai un algoritmo che ci penalizzerà.

Se pensate di essere stati colpiti da qualche penalizzazione, o per un consulto o per qualsiasi informazione SEO sull’andamento ottimale del vostro sito web, discutiamone nella sezione di discussione sulla SEO.

TechUniverse

TechUniverse

Webmaster del sito. Appassionato di tech e hi-tech, software e soluzioni per PC ed Internet. Ma sopratutto, appassionato di hardware da PC Gaming e videogames.
TechUniverse

Latest posts by TechUniverse (see all)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

19 − quattro =

X

Pin It on Pinterest

X